Comincia con oggi, nel bel mezzo delle febbrili trattative di calcio mercato del mese di gennaio, una disamina, dati alla mano, della qualità dei direttori sportivi delle principali squadre di serie A: Juve, Napoli, Roma, Inter, Milan e Lazio. Capita spesso, infatti, al tifoso come allo specialista, di giudicare l’operato di un dirigente sull’onda dell’emotività o delle impressioni. Come dicevano, però, Kahneman e Tversky. “le attese intuitive sono governate da un sistematico fraintendimento del mondo”. Abbiamo deciso, perciò, di mettere alla prova la bravura dei dirigenti delle squadre italiane nell’unico modo che ci pare sensato: con la forza dei numeri, insomma.
Come valutare la performance di un direttore sportivo? Il modo più semplice è cercare di capire se il suo operato generi plus o minusvalenze sul bilancio della squadra per cui lavora.
Per fare ciò, facendo uso della miniera di statistiche disponibili su Transfermarkt.it, abbiamo raccolto osservazioni concernenti gli ultimi tre campionati (2015/2016, 2016/2017 e 2017/2018) e le relative sessioni di mercato, squadra per squadra e transazione per transazione, cercando di misurare la bontà degli affari conclusi con una metrica piuttosto semplice:10
• acquisti: la bravura da talent scout di un direttore sportivo è data dalla capacità di comprare a poco giocatori che si valorizzano sul campo e che, di conseguenza, vedono aumentare la loro quotazione (per dire: comprare Pogba a è un buon esempio)
• cessioni: qui, chiaramente, il surplus è dato dalla differenza tra prezzo di vendita e di acquisto (ancora una volta, vendere Pogba a 120 milioni di € è decisamente

Articoli correlati

  • Speciale calciomercato. Le performance dei direttori sportivi. Il caso MarottaJanuary 10, 2018 Speciale calciomercato. Le performance dei direttori sportivi. Il caso Marotta Comincia con oggi, nel bel mezzo delle febbrili trattative di calcio mercato del mese di gennaio, una disamina, dati alla mano, della qualità dei direttori sportivi delle principali squadre di serie A: Juve, Napoli, Roma, Inter, Milan e Lazio. Capita spesso, infatti, al tifoso come allo sp...
  • Un oggetto misterioso nel bel mezzo della Via LatteaNovember 9, 2017 Un oggetto misterioso nel bel mezzo della Via Lattea (Foto: NASA/JPL-CALTECH)Si nascondeva proprio nel bel mezzo della Via Lattea. Ma ora, un team internazionale di scienziati è riuscito a identificarlo, descrivendo la loro scoperta sulle pagine di arxiv.org: è un nuovo pianeta gigantesco, che si troverebbe esattamente a circa 22...
  • L’attaccante della Lazio Ciro Immobile investe nel nuovo round di MoovendaOctober 23, 2017 L’attaccante della Lazio Ciro Immobile investe nel nuovo round di Moovenda Moovenda, startup specializzata nel food delivery sulla piazza di Roma, Viterbo e Napoli, sta raccogliendo un nuovo round di investimento dopo quello da 300 mila euro sottoscritto da un gruppo di investitori privati lo scorso marzo (si veda altro articolo di BeBeez). Tra gli investitori del nuovo...
  • I numeri dell’estate 2017: chi ha speso di più (e meglio) nel campionato di serie ADecember 29, 2017 I numeri dell’estate 2017: chi ha speso di più (e meglio) nel campionato di serie A Se guardiamo la classifica pensiamo immediatamente al Milan, ai soldi spesi nel calciomercato e alla misera posizione di classifica che ricopre. A settembre abbiamo analizzato come sono andate le spese delle squadre di serie A. Siamo ancora a metà strada ma un giudizio possiamo farcelo. In...
  • Il 34% dei diplomati se tornasse indietro cambierebbe scuolaDecember 20, 2017 Il 34% dei diplomati se tornasse indietro cambierebbe scuola scuola   Gli studenti italiani continuano a essere “disorientati”. Quanto meno sul futuro. Ai due indizi che le statistiche nazionali e internazionali ci offrono da tempo (una dispersione scolastica che scende troppo lentamente e un tasso di abbandono universitario che resta ecc...
  • Immigrazione: 17mila espulsioni effettuate nel 2017. Albanesi e tunisini al primo postoNovember 17, 2017 Immigrazione: 17mila espulsioni effettuate nel 2017. Albanesi e tunisini al primo posto rimpatri Lombardia (3.765) e Puglia (4.375) sono le regioni con più rimpatri di migranti irregolari. Seguite da Lazio (2.174), Sicilia (1.593) e Piemonte (1.436) (si veda la tabella a fianco). I dati globali sulle espulsioni sono stati forniti dal ministro dell’Interno, Marco Minnit...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *