Meno incassi e spettatori, 2017 da dimenticare per il cinema italiano

Meno spettatori nelle sale e meno soldi in cassa: i cinema italiani hanno chiuso il 2017 con uno dei risultati peggiori degli ultimi cinque anni. E questo per effetto soprattutto del calo dei film made in Italy. Secondo i dati dell’Associazione nazionale industrie cinematografiche, audiovisive e multimediali (Anica), l’anno scorso le pellicole italiane hanno perso il 46,35% del box office e il 44,21% dei biglietti rispetto al 2016.
Anno da incorniciare, quest’ultimo, e difficile da replicare, perché nelle sale si proiettava Quo vado di Checco Zalone. La pellicola del comico barese ha sbancato il botteghino. Ha incassato 65,3 milioni di euro, il 9,9% dei ricavi complessivi di tutto il box office nazionale. E il film è stato visto dall’8,9% degli spettatori in sala. A dare manforte ai risultati del cinema nostrano hanno concorso i 17,3 milioni di incassi di Perfetti sconosciuti. La somma dei risultati dei due film quasi eguaglia il totale del box office del cinema italiano del 2017: 103, 1 milioni di euro. In totale nel 2017 l’industria del grande schermo ha incassato 584,8 milioni di euro con 92,3 milioni di presenze in sala.
Incassi e presenze 2013-2017Infogram
L’anno scorso il film più visto in Italia è stato il live action de La bella e la bestia di Walt Disney, ma con un risultato tra i più bassi per i primi posti: 20,5 milioni di euro. Seguono Cattivissimo me 3, Cinquanta sfumature di nero, Fast & furious 8, It, Star Wars: Gli ultimi Jedi, Assassinio sull’Orient Express e Pirati dei Caraibi

Articoli correlati

  • Star Wars, Episodio IX ha come titolo di lavoro Black DiamondDecember 18, 2017 Star Wars, Episodio IX ha come titolo di lavoro Black Diamond Una delle sage più amate del cinema continua a confermare che la Forza scorre potente in lei: Star Wars: Gli Ultimi Jedi ha debuttato lo scorso weekend nelle sale di tutto il mondo e ha già messo insieme 220 milioni di dollari solo negli Stati Uniti (e in Italia ha superato i 4...
  • Please Stand By: Dakota Fanning nei panni di una ragazza autisticaNovember 13, 2017 Please Stand By: Dakota Fanning nei panni di una ragazza autistica Non deve essere facile crescere sotto i riflettori di Hollywood. Non deve essere facili ritrovarsi con una sorella minore che ti ha rubato la scena. Eppure Dakota Fanning, ex bambina prodigio, si dice felicissima della carriera della sorellina Elle e continua un percorso di carriera che non ...
  • Il ragazzo invisibile: seconda generazione, dove sono i supereroi?January 4, 2018 Il ragazzo invisibile: seconda generazione, dove sono i supereroi? Inizia facendo sfoggio di un pedigree fumettistico inesistente Il ragazzo invisibile: seconda generazione, cioè facendo il riassunto del film precedente tramite le tavole di un fumetto, come se l’origine di tutto venisse da lì al pari dei cinefumetti hollywoodiani (che spesso ...
  • The Only Living Boy in New York, il Laureato degli anni DuemilaNovember 7, 2017 The Only Living Boy in New York, il Laureato degli anni Duemila Dopo un periodo d’assenza dalle scene Marc Webb (500 giorni insieme, The Amazing Spiderman) torna quest’anno al cinema con due nuovi film. Il primo, The Gifted è in sala in questi giorni, mentre The Only Living Boy in New York è stato presentato alla Festa del cinem...
  • Borg-McEnroe, vince alla Festa del cinema di RomaNovember 6, 2017 Borg-McEnroe, vince alla Festa del cinema di Roma «It’s no accident, I think, that tennis uses the language of life. Advantage, service, fault, break, love, the basic elements of tennis are those of everyday existence, because every match is a life in miniature.» Che tradotto è: «Non è un caso, credo, che il...
  • La specie estinta dei teenager anni OttantaOctober 24, 2017 La specie estinta dei teenager anni Ottanta C’è stato un cinema che ha descritto il passaggio dall’infanzia all’età adulta e l’elemento chiave che l’amicizia riveste in tale passaggio, più che altri, ed è quello degli anni Ottanta. Volendo generalizzare, se quello dei Settanta ha ra...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *