Chi è davvero Satoshi Nakamoto, l’inventore dei bitcoin?

Secondo il Premio Nobel Robert Shiller, uno dei motivi del successo del bitcoin è il mistero che aleggia sulla figura del suo creatore, l’inafferrabile Satoshi Nakamoto: fu lui (lei? loro?) a inviare il primo bitcoin e a lui si deve la stesura del libro bianco del bitcoin, testo “sacro” della cryptovaluta. Sulla sua identità negli anni sono state fatte diverse congetture, qualche giornale ha anche tentato lo scoop, per poi ritrattare. C’è chi si è auto-nominato Satoshi e chi, sospettato di esserlo, ha smentito e continua a farlo. Dunque l’interrogativo resta attuale: chi è Satoshi Nakamoto?

A oggi le ipotesi più probabili sono 3 o 4. Nel bel documentario di Netflix Banking on Bitcoin, gli autori, dati alla mano, teorizzano che Satoshi dovesse far parte dei Cypherpunk (Nick Szabo, Hal Finney, Adam Back, Wei Dai), il cui lavoro degli anni 90 ispirò la nascita del Bitcoin e della Blockchain.  Satoshi potrebbe essere il nom de plume, dietro il quale si sarebbe nascosto l’intero gruppo o alcuni dei suoi componenti. Il geniale Hal Finney, crittografo scomparso nel 2014, fu uno dei primi a lavorare con Satoshi e partecipò alla prima transazione bitcoin di sempre. Ma a farne il sospettato numero 1 è il fatto che quando si ammalò drammaticamente di SLA, nel 2011 Satoshi sparì dai radar. Non solo: Dorian Nakamoto (nella foto sopra), l’informatico che i media per un attimo hanno creduto essere Satoshi, salvo poi scoprire che qualcuno aveva preso a prestito il suo nome, viveva in un sobborgo di

Articoli correlati

  • Blockchain oltre il bitcoin: 300 progetti a caccia di nuove applicazioniApril 18, 2018 Blockchain oltre il bitcoin: 300 progetti a caccia di nuove applicazioni La blockchain, la tecnologia che sta dietro ai bitcoin, ha enormi potenziali di applicazione. Da tempo se ne sono accorti i vari attori del mondo del business. Dalle banche alle assicurazioni, ai media, alle aziende manifatturiere. Fino all’industria del cibo. Le aziende hanno iniziato a st...
  • “Bitcoin come una moneta estera”: il Fisco tassa i guadagni da criptovaluteMay 4, 2018 “Bitcoin come una moneta estera”: il Fisco tassa i guadagni da criptovalute Addio paradisi criptofiscali: anche per i bitcoin è venuto il tempo delle tasse, già dalla prossima dichiarazione dei redditi. A dirlo, dopo il grande “boh!” normativo degli ultimi anni, è stata la direzione regionale dell’Agenzia delle entrate della Lombard...
  • I super ricchi ancora più ricchi: le loro fortune valgono 70mila miliardiJune 20, 2018 I super ricchi ancora più ricchi: le loro fortune valgono 70mila miliardi Il patrimonio degli uomini più ricchi del mondo ha superato la soglia dei 70mila miliardi di dollari. Si tratta della prima volta in assoluto. A dirlo è il nuovo World wealth report 2018 di Capgemini, società di consulenza informatica e attività professionali. Lo studi...
  • Cessione del quinto dello stipendio per fare spese: come funziona e a cosa stare attentiApril 23, 2018 Cessione del quinto dello stipendio per fare spese: come funziona e a cosa stare attenti L’Italia degli anni Cinquanta era un Paese molto diverso da quello che conosciamo, ma proprio in quel periodo ci si ingegnò per dare al credito al consumo una spinta che sarebbe durata decenni. I prestiti che prevedono il rimborso attraverso la cessione del quinto dello stipendio nas...
  • La blockchain può insidiare il potere di Airbnb?May 29, 2018 La blockchain può insidiare il potere di Airbnb? Immaginate una Airbnb con zero commissioni e completamente democratica. La piattaforma non è controllata da un colosso della Silicon Valley ma offerta gratuitamente a chiunque abbia accesso a internet. Se qualcosa va male, non c’è bisogno di aspettare la risposta di un servizi...
  • Cos’è il bonus mobili e come lo puoi utilizzareApril 3, 2018 Cos’è il bonus mobili e come lo puoi utilizzare Chiunque abbia iniziato un intervento di ristrutturazione dal primo gennaio 2017 può utilizzare un bonus fiscale per acquistare mobili ed elettrodomestici entro il 31 dicembre prossimo. Si tratta di una detrazione Irpef del 50% su una spesa massima di 10mila euro. L’importo verr&agra...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *