Traffico su Pornhub, Italia al nono posto

28,5 miliardi di visitatori all’anno, che tradotto fa 81 milioni di persone al giorno: e chi altri potrebbe essere, se non Pornhub? La piattaforma che offre porno online ha pubblicato un po’ di numeri del suo 2017, a partire da 24,7 miliardi di ricerche, cioè 50mila per minuto e 800 per secondo: lo stesso numero di hamburger che McDonald’s vende ogni secondo, fa notare la piattaforma.
In quanto a video caricati in tutto l’anno, sono stati 4 milioni (di cui 810mila amatoriali): in totale, sono state caricate 595,482 ore di video, cioè 68 anni di porno ininterrotti.
Nella classifica delle ricerche, quella che ha registrato un maggiore aumento (1400%) nel corso dell’anno, in termini di contenuto, è “porno per le donne” (qualunque cosa significhi). “Il 2017 sembra essere stato l’anno in cui le donne si sono fatte avanti per esprimere i loro desideri in maniera più aperta”, ha commentato la dottoressa Laurie Betito, terapista sessuale e direttrice del Sexual Wellness Centre di Pornhub (il quale fa anche lezioni di educazione sessuale, è bene ricordare) “Dal movimento “Me too” alle donne di spicco come Hillary Clinton e Nikki Haley sul palcoscenico mondiale, le donne si sentono più autorizzate e hanno trovato la loro voce. Questo è un segno di ciò che verrà”.

Altre ricerche esplose nel corso dell’anno sono le parodie porno di “Rick e Morty” (d’altronde, è la serie comica più vista dai Millennial), il Fidget Spinner, la cui diffusione ha avuto un’influenza anche nel settore porno (amatoriali compresi). A seguire c’è anche l’altra grande scoperta del 2017, l’ASMR, Autonomous sensory

Articoli correlati

  • Stoya al Wired Next Fest: “Incolpare il porno per le molestie non serve a trovare una soluzione”May 26, 2018 Stoya al Wired Next Fest: “Incolpare il porno per le molestie non serve a trovare una soluzione” Come si sta evolvendo il mondo della pornografia, quali sono gli input che raccoglie dall’esterno per plasmarsi e rinnovarsi e come viene percepito dal resto del mondo? Sono domande alle quali non è facile trovare risposte soddisfacenti, ed è per questo che a tentare di rispon...
  • Nelle Tendenze di Google il Gdpr supera Beyoncé (ma non la pizza)May 25, 2018 Nelle Tendenze di Google il Gdpr supera Beyoncé (ma non la pizza) LOS ANGELES, CA – FEBRUARY 12: (Photo by Frederick M. Brown/Getty Images)“Vuoi ricevere ancora gli aggiornamenti di tiziocaiosempronio?” oppure “Conferma la tua iscrizione”. E ancora “Ehi, restiamo in contatto!”: le vie del Gdpr sono infinite. Così...
  • Amazon sospende centinaia di account Prime senza dare troppe spiegazioniApril 6, 2018 Amazon sospende centinaia di account Prime senza dare troppe spiegazioni Nel bel mezzo dell’ira funesta del presidente Donal Trump contro i danni che Amazon arrecherebbe all’economia statunitense, arriva un’altra tempesta. In questo caso si tratta degli utenti, che con l’hashtag #amazonclosed discutono della chiusura – inaspettata, dicono...
  • Su Pornhub si potrà pagare con la criptovaluta VergeApril 18, 2018 Su Pornhub si potrà pagare con la criptovaluta Verge Per tanti che stanno mettendo in pausa le criptovalute, anche solo dal punto di vista pubblicitario, un gigante che decide di adottarle: Pornhub. Il sito di intrattenimento per adulti ha annunciato di accettare pagamenti in Verge (XVG), nel completo anonimato. Secondo quanto ha spiegato il v...
  • CherryPicks, come Rotten Tomatoes, ma scritto solo da donneMarch 19, 2018 CherryPicks, come Rotten Tomatoes, ma scritto solo da donne CherryPicks sarà un sito di recensioni come Rotten Tomatoes, ma scritto esclusivamente da donne. Questa l’idea della produttrice e regista Miranda Bailey, che vuole bilanciare l’ecosistema della critica, ad oggi prettamente maschile, a fronte di un pubblico cinematografico per ...
  • Sesso e corruzione: la macchina delle fake news di Cambridge AnalyticaMarch 20, 2018 Sesso e corruzione: la macchina delle fake news di Cambridge Analytica Il CEO of Cambridge Analytica Alexander Nix (Photo by Bryan Bedder/Getty Images for Concordia Summit)Il caso Cambridge Analytica si allarga, inglobando oltre al problema privacy dei dati anche scandali sessuali e costruzione di notizie false, da veicolare all’occorrenza. Man mano che p...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *