Consumi alimentari, le diete e i buoni propositi del 2018

Primi giorni del 2018, tempo di bilanci e buoni propositi anche in fatto di consumi alimentari. E non stupisce che, dopo i pranzi e i cenoni del periodo natalizio, la parola d’ordine in fatto di cibo sia “detox”. Il nuovo anno si aprirà quindi con una marcata attenzione da parte dei consumatori statunitensi per la salute e il benessere che, nella maggior parte dei casi, si declinerà in una cura particolare per l’alimentazione. Un fenomeno destinato a protrarsi anche oltre questi primi mesi e che – a ben guardare – si inscrive all’interno dei nuovi trend di consumo affermatisi nell’ultimo periodo.
 
Innanzitutto, la maggiore consapevolezza acquisita dai consumatori, sempre più sensibili alla qualità dei prodotti acquistati, ma anche alle etichette presenti sulle confezioni. Una sfida estremamente rilevante per i brand, perché un consumatore consapevole è un soggetto che si informa e che valuta i propri acquisti con maggiore attenzione. A confermare tutto questo, una ricerca condotta da Nielsen mostra che il 39% degli statunitensi è disposto a sostituire la marca di fiducia con un brand che realizzi etichette più chiare e accurate.

Acquisisce quindi sempre più importanza quello che è stato definito il “why behind the buy”, cioè informazioni che spieghino il perché si dovrebbe preferire uno specifico prodotto rispetto a un altro.
 
A questo si collega un secondo trend, quello del salutismo e dell’alimentazione a base di prodotti “free-from” (letteralmente “liberi da”). Perché, se è importante indicare chiaramente quali ingredienti sono presenti, sempre di più l’attenzione dei consumatori (nel 53% dei casi)

Articoli correlati

  • Fast Food: un business da quasi 200 miliardi di dollari negli Stati UnitiOctober 27, 2017 Fast Food: un business da quasi 200 miliardi di dollari negli Stati Uniti Solo negli Stati Uniti, l’industria dei fast food vale circa 198,9 miliardi di dollari; un numero previsto in crescita entro il 2020, quando il valore del settore dovrebbe superare i 223 miliardi. Un ramo della ristorazione che vanta alcuni dei brand più noti a livello mondiale, prim...
  • Ossessione smartphone: lo utilizziamo fino a 7 ore al giorno. Gli altri numeriOctober 20, 2017 Ossessione smartphone: lo utilizziamo fino a 7 ore al giorno. Gli altri numeri Che l’ossessione da smartphone fosse un’autentica epidemia non c’erano dubbi. Del resto, basta osservare una qualsiasi carrozza di metropolitana e far la conta di quanti utenti siano concentrati sui loro device per intuire che siamo davanti ad un fenomeno di massa. E a supporto ...
  • Ossessione smartphone: lo utilizziamo fino a 7 ore al giorno. Gli altri numeriOctober 22, 2017 Ossessione smartphone: lo utilizziamo fino a 7 ore al giorno. Gli altri numeri Che l’ossessione da smartphone fosse un’autentica epidemia non c’erano dubbi. Del resto, basta osservare una qualsiasi carrozza di metropolitana e far la conta di quanti utenti siano concentrati sui loro device per intuire che siamo davanti ad un fenomeno di massa. E a supporto ...
  • Aumentano i blackout di Internet. Quasi metà della popolazione è connessaNovember 10, 2017 Aumentano i blackout di Internet. Quasi metà della popolazione è connessa Con quasi la metà della popolazione mondiale (il 48%, dato del 2017) che ha ormai accesso ad Internet, la libertà di espressione e informazione è diventata un diritto universale e ancora più prezioso. Tuttavia, nonostante i tentativi di garantirla, è in aumento ...
  • Aumentano i blackout di Internet. Quasi metà della popolazione è connessaNovember 11, 2017 Aumentano i blackout di Internet. Quasi metà della popolazione è connessa Con quasi la metà della popolazione mondiale (il 48%, dato del 2017) che ha ormai accesso ad Internet, la libertà di espressione e informazione è diventata un diritto universale e ancora più prezioso. Tuttavia, nonostante i tentativi di garantirla, è in aumento ...
  • Nell’era Trump il consumista always on è è la donna afro-americanaDecember 14, 2017 Nell’era Trump il consumista always on è è la donna afro-americana Sono 24,3 milioni le donne di colore negli Stati Uniti, ben il 14% dell’intera popolazione femminile e il 52% di quella afro-americana, che si stima raggiungerà un potere di spesa di circa 1,5 trilioni di dollari entro il 2021. Un ghiotto portafoglio per il mercato, che dimostra semp...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *