petrolio
Non si arresta la corsa del prezzo del petrolio. Un rally che ha colto di sorpresa non pochi osservatori spingendo le quotazioni del Brent alla soglia dei 70 dollari al barile, il livello più alto dal maggio 2015. Stessa dinamica per il Wti che si è portato sopra i 63 dollari, al top dal dicembre 2014.
C’era molta attesa ieri per la diffusione del dato sulle scorte Usa da parte dell’Eia. Gli stock di greggio sono calati nell’ultima settimana di 4,9 milioni di barili, ben al di sopra delle aspettative (3,5 milioni). In compenso le giacenze di benzine sono cresciute di 4,1 milioni di barili e quelle di distillati di 4,2 milioni, ambedue sopra le attese. I dati non hanno scosso più di tanto le quotazioni che restano ben impostate da settimane: tra i fattori di sostegno le tensioni geopolitiche e i segnali positivi che arrivano dalla crescita economica mondiale.
Articolo sul Sole 24 Ore del 11 gennaio 2018
L’articolo La corsa del petrolio ai massimi da tre anni sembra essere il primo su Info Data.

Articoli correlati

  • Open innovation ancora a due velocità:July 6, 2018 Open innovation ancora a due velocità: Le aziende italiane, soprattutto quelle grandi, hanno (finalmente) iniziato ad aprire i propri orizzonti in fatto di innovazione pur rimanendo ancorate, negli ultimi tre anni almeno, a fonti “tradizionali” quali i vendor di tecnologia e le società di consulenza esterne. &Egrav...
  • Cerved, quasi il 50% delle imprese paga puntuale i propri debit commercialiJune 14, 2018 Cerved, quasi il 50% delle imprese paga puntuale i propri debit commerciali   Meno imprese protestate e pagamenti più puntuali per le imprese italiane nei primi tre mesi del 2018, con i ritardi nella liquidazione delle fatture, che hanno raggiunto il minimo dal 2012. Lo calcola Cerved in un suo report che sarà pubblicato oggi, grazie all’analisi ...
  • Nel 2016 tre milioni di persone sono morte a causa dell’alcolAugust 24, 2018 Nel 2016 tre milioni di persone sono morte a causa dell’alcol (foto: Pixabay)Circa tre milioni di persone al mondo, nel 2016, sono morte per consumo di alcol. Nella fascia 15-49 anni, su 10 morti premature una è riconducibile al bere. E l’alcol è anche una delle principali cause – al settimo posto – di disabilità...
  • Tre milioni di contratti a tempo determinato in Italia. Il confronto con l’EuropaJune 1, 2018 Tre milioni di contratti a tempo determinato in Italia. Il confronto con l’Europa Negli ultimi tempi i contratti a tempo determinato hanno raggiunto una diffusione senza precedenti nel mercato del lavoro italiano, tanto da arrivare a coinvolgere poco meno di tre milioni di dipendenti. L’aumento principale, mostrano i dati dell’agenzia europea di statistica, riguard...
  • Dossier lavoro: tre milioni di contratti a tempo determinato in Italia. Il confronto con l’EuropaJune 4, 2018 Dossier lavoro: tre milioni di contratti a tempo determinato in Italia. Il confronto con l’Europa Negli ultimi tempi i contratti a tempo determinato hanno raggiunto una diffusione senza precedenti nel mercato del lavoro italiano, tanto da arrivare a coinvolgere poco meno di tre milioni di dipendenti. L’aumento principale, mostrano i dati dell’agenzia europea di statistica, riguard...
  • Nei film di Hollywood donne e minoranze sono ancora invisibiliAugust 1, 2018 Nei film di Hollywood donne e minoranze sono ancora invisibili La regista Patty Jenkins con Connie Nielsen sul set di “Wonder Woman”Negli ultimi anni il tema della rappresentazione della diversità è divenuto sempre più centrale nella discussione attorno ai film prodotti a Hollywood. Eppure una nuova ricerca sembra dimostrare ...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *