come funzionano le tasse universitarie in Germania nel resto d’Europa (foto: Photo: Humboldt Universität cc0 jensjunge)“Avere un’università gratuita come avviene già in Germania e tanti altri Paesi europei, significa credere davvero sui giovani, non a parole ma con fatti concreti”, così ha dichiarato Pietro Grasso all’assemblea di Liberi e uguali. Ma è davvero così?
In Italia il costo di una retta in un’università pubblica va dai 530,93 euro ai 2.246,50 euro e dipende dal reddito Isee e dall’ateneo. In Germania però l’università è davvero gratuita? E nel resto dei paesi dell’Unione europea? La risposta è “Ni”. In realtà, ovunque, si paga sempre qualcosa. Ciò che è sancito nei sistemi citati da Grasso è un altro principio: l’università non deve avere costi differenti a seconda della situazione economica del nucleo familiare di provenienza. Una proposta di destra come sottolineato da Riccardo Saporiti proprio qui su Wired? Può darsi. Certo è che dobbiamo cercare di capire l’intero funzionamento dei modelli stranieri.
Come funziona in Germania: un confronto che non regge
In Germania, per esempio, l’iscrizione all’università è legata al pagamento del cosiddetto semesterticket, un abbonamento ai mezzi pubblici della regione/stato (Land) che costa normalmente meno di 200 euro e dura 6 mesi. Il costo, se prendiamo Berlino e il Brandeburgo, è di 180 euro, meno di quanto costerebbero due mesi di biglietto per i lavoratori (ogni mese per la zona Abc costa 100,50 euro). Il valore complessivo dell’offerta di ogni regione tedesca ai propri studenti universitari va quindi ben oltre la semi-gratuità dell’università e riguarda

Articoli correlati

  • The Future Makers, in diretta streaming l’evento sul talento dei giovaniMay 15, 2018 The Future Makers, in diretta streaming l’evento sul talento dei giovani The Future Makers è l’evento che The Boston Consulting Group Italia dedica a cento studenti italiani per formarli nella costruzione della leadership e del pensiero innovativo. L’evento si svolge dal 14 al 17 maggio negli uffici di Milano del gruppo statunitese e coinvolge stude...
  • Chi era Søren SørensenMay 29, 2018 Chi era Søren Sørensen (Foto: Google)Google ha pensato a Søren Peter Lauritz Sørensen con un doodle interattivo. Nato a Havrebjerg (Danimarca) il 9 gennaio del 1868 si è guadagnato un posto nei libri di storia nel 1901 quando ha assunto la direzione del Laboratorio Carlsberg e, a partire dal 1909&n...
  • Le foto del terzo giorno del Wired Next FestMay 27, 2018 Le foto del terzo giorno del Wired Next Fest Il Wired Next Fest parte con la sua terza giornata all’insegna delle contaminazioni. Un’edizione che ha visto ancora una volta salire sul palco grandi ospiti, italiani e internazionali, in grado di raccontare il cambiamento, l’innovazione e il proprio punto di vista su...
  • Tante foto di lamantiniMarch 28, 2018 Tante foto di lamantini I lamantini sono mammiferi acquatici appartenenti al genere Trichechus (non c’entrano nulla con i trichechi), conosciuti anche con il nome di “mucche del mare”, “pesci bue” o “porcelli di mare”. Vivono nelle aree costiere poco profonde o paludose dell&rsq...
  • Le foto del primo giorno del Wired Next Fest 2018 a MilanoMay 25, 2018 Le foto del primo giorno del Wired Next Fest 2018 a Milano È iniziata l’edizione 2018 del Wired Next Fest a Milano. Come ogni anno, saranno tantissimi gli ospiti che si alterneranno sui due palchi e nei vari spazi del festival ai Giardini pubblici Indro Montanelli. Il tema di quest’anno è la contaminazione, che sarà esplo...
  • Wifi gratis nei comuni, ecco come ottenere i fondi dell’EuropaMarch 21, 2018 Wifi gratis nei comuni, ecco come ottenere i fondi dell’Europa L’Europa vuole promuovere il wifi gratis nei ComuniÈ ai blocchi di partenza il progetto Wifi4Eu, con cui la Commissione europea assegnerà risorse ai comuni per installare connessioni internet senza fili gratuite. Con qualche settimana di ritardo rispetto a quanto anticipato da...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *