Una multa per il genitore che posta sui social le foto dei figli

Si sta creando una giurisprudenza sempre più corposa (e curiosa) intorno al tema bambini, minori e social network. Da una parte perché i genitori sembrano aver smarrito (anzi, non aver mai sviluppato) una bussola sul modo in cui gestirne la presenza sulle piattaforme. Dall’altra perché la loro immagine digitale è divenuta pietra di scambio e di contesa nelle cause di separazione e divorzio.
Sembra tutto molto complesso, ma la sostanza è che i diritti dei minori sono stati stravolti dalla transizione tecnologica e siamo ancora lontanissimi dallo sviluppare un’ecologia del loro rapporto con gli ambienti digitali in cui trascorriamo gran parte delle nostre giornate.
L’ultima notizia in ordine di tempo non poteva che arrivare da un Tribunale. Quando la politica latita e l’educazione fatica sono le toghe a intervenire a gamba tesa. Il Tribunale di Roma, con un’ordinanza del 23 dicembre 2017 (procedimento 39913/2015) ha stabilito che non solo il giudice può ordinare la rimozione delle immagini dei figli ai genitori che ne abbiano fatto un uso distorto ma può anche condannarli al pagamento di una somma proprio in favore dei minori.
La vicenda (non del tutto chiara) riguarda un 16enne e la sua richiesta d’aiuto – tale da domandare perfino di potersi “rifare una vita” negli Stati Uniti – contro una madre che ne esponeva in modo eccessivo l’esistenza online. Il giudice ha ordinato la rimozione di foto e video e vietato ulteriori pubblicazioni, pena 10mila euro di risarcimento al minore, attraverso un tutore, e al marito. Una strada che da qualche

Articoli correlati

  • Facebook, un bug consentiva agli inserzionisti di avere i numeri di telefono degli utentiJanuary 8, 2018 Facebook, un bug consentiva agli inserzionisti di avere i numeri di telefono degli utenti Un bug di Facebook potrebbe aver permesso agli inserzionisti di rintracciare il numero di telefono degli utenti. Il problema è stato risolto il 22 dicembre scorso, e 5mila dollari sono arrivati come ricompensa al gruppo di ricercatori (provenienti da Stati Uniti, Francia e Germania) che ha...
  • Nelle Storie di Instagram si possono pubblicare foto più vecchie di 24 oreNovember 8, 2017 Nelle Storie di Instagram si possono pubblicare foto più vecchie di 24 ore Su Instagram gli utenti hanno inventato l’hashtag #latergram per indicare le foto pubblicate “a scoppio ritardato”: ora, anche le Storie avranno una sorta di loro “latergram”. È una nuova funzione che consente di pubblicare foto e video anche se non sono state...
  • Su Facebook arrivano i sondaggi con gif e fotoNovember 7, 2017 Su Facebook arrivano i sondaggi con gif e foto E dopo i sondaggioni nelle Storie di Instagram, il social network blu-Zuckerberg non è da meno, e lancia i Facebook Polls con aggiunta di gif e Foto. C’è da prepararsi all’invasione totale di gif delle bacheche, visto che il rilascio della nuova funzione sta av...
  • Studentessa sospesa a Portici, la preside: “Scrivere ‘provo disprezzo’ non è una critica”November 28, 2017 Studentessa sospesa a Portici, la preside: “Scrivere ‘provo disprezzo’ non è una critica”   Il video diffuso sui social dai compagni della ragazza sospesaHa sì ricevuto un riconoscimento per la maestria nell’avviare i propri studenti al mondo dell’imprenditoria, ma la scuola più chiacchierata di questi giorni – il Liceo Classico Quinto Orazio Flacc...
  • Facebook, il nuovo Feed Esplora arriva su desktopOctober 19, 2017 Facebook, il nuovo Feed Esplora arriva su desktop Dopo un test durato qualche tempo, che ha coinvolto gli utenti dell’app mobile, Facebook porta su desktop il Feed Esplora. A differenza del News Feed, che raccoglie i post dei propri contatti e contenuti delle Pagine che già si seguono, questa nuovo spazio, già definito &ldquo...
  • Facebook vuole che tu pubblichi le storie di Instagram anche su WhatsAppJanuary 4, 2018 Facebook vuole che tu pubblichi le storie di Instagram anche su WhatsApp Il circuito della pubblicazione delle Storie da una piattaforma all’altra del gruppo Facebook sta diventando più intricata del famoso gioco del lupo, la capra e cavoli da portare in salvo dall’altra parte del fiume. Se a settembre, per rimpolpare un po’ le sorti della sez...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *