Si è tenuta stanotte a Beverly Hills la 75sima edizione dei Golden Globe, i premi del cinema e della televisione americani decisi dall’Associazione della stampa estera, che aprono la danza delle numerose cerimonie di premiazione dei primi mesi dell’anno e che soprattutto anticipano spesso quelli che saranno i risultati degli Oscar. Presentata dal comico e conduttore Seth Meyers, la serata ha dovuto ovviamente affrontare il clima scatenato nel mondo hollywoodiano dallo scandalo Weinstein, al centro di battute e dei discorsi di ringraziamento dei premiati.
Per quanto riguarda il cinema, a sbancare è stato Tre manifesti a Ebbing, Missouri diretto da Martin McDonagh, battendo il super favorito The Shape of Water di Guillermo del Toro (che ha comunque conquistato la miglior regia). L’italiano Chiamami col tuo nome (Call Me By Your Name) di Luca Guadagnino, che arriverà nelle nostre sale il prossimo 25 gennaio, non ha purtroppo raccolto alcun premio.
Nel mondo delle serie tv, invece, continua la stagione d’oro per la produzione Hulu The Handmaid’s Tale, così come per il successo di Big Little Lies. Sul lato commedia si è distinto invece anche The Marvelous Mrs. Maisel di Amazon Prime Video.
Ecco la lista di tutti i vincitori dei Golden Globe 2018 (indicati in grassetto fra gli altri nominati):
Cinema
Miglior film drammaticoCall Me by Your NameDunkirkThe PostLa forma dell’acqua – The Shape of WaterTre manifesti a Ebbing, Missouri
Miglior film comico/musicaleThe Disaster ArtistGet OutThe Greatest ShowmanI, TonyaLady Bird
Miglior attore in film drammatico:
Timothée Chalamet, Call Me by Your Name
Daniel Day-Lewis, Phantom Thread
Tom Hanks, The PostGary Oldman, L’ora più buia
Denzel Washington, Roman J. Israel, Esq.
Miglior attrice in un film drammatico
Jessica

Articoli correlati

  • Pacific Rim Uprising cambia approccio per rilanciare il franchiseMarch 21, 2018 Pacific Rim Uprising cambia approccio per rilanciare il franchise Cinque anni fa Pacific Rim era riuscito a ripagarsi le spese con un margine basso di guadagno (190 milioni di dollari spesi più per la produzione, altrettanti in promozione per un box office mondiale di 411 milioni di dollari), era stato a suo modo un successo, visto il grande incasso, ma ...
  • I protagonisti di Cloak and Dagger: “Ecco perché guardare la nostra serie di supereroi”June 18, 2018 I protagonisti di Cloak and Dagger: “Ecco perché guardare la nostra serie di supereroi” In un mondo sempre più vasto di produzione incentrate sui supereroi, al cinema così come in televisione, i nuovi titoli cercano di ricavarsi una propria identità: pur pescando dal calderone infinito di storie Marvel, per esempio, l’ultimo arrivato è Cloak an...
  • Alexa sta arrivando in Italia: ecco che cosa potrà fare (e che cosa no)May 24, 2018 Alexa sta arrivando in Italia: ecco che cosa potrà fare (e che cosa no) (Foto: Amazon)Finalmente Amazon è pronta a rispondere a tono all’arrivo in Italia degli altoparlanti smart Google Home. Dopo ormai diversi anni di rodaggio sul suolo dei paesi anglofoni (e più recentemente in Germania) l’azienda di Jeff Bezos è infatti in procinto...
  • Perché Google Home non è una delusioneApril 7, 2018 Perché Google Home non è una delusione Ci vuole tanto entusiasmo, un animo geek e ottimismo per un mondo migliore. Insomma devi avere sognato – almeno una volta nella vita – di essere Iron Man nella sua casa parlante. Altrimenti diventa una frustrazione unica. Google Home, il primo speaker intelligente a essere atterrato i...
  • Sharknado 6, il teaser dell’ultimo film della sagaMay 31, 2018 Sharknado 6, il teaser dell’ultimo film della saga Dura appena 20 secondi il nuovo teaser rilasciato per il sesto film della saga Sharknado ma i fan saranno già in visibilio nell’attesa dell’arrivo, quest’estate, dell’ultima pellicola della serie catastrofica che vede come protagonisti squali giganti carnivori port...
  • Hey Google cosa posso chiederti che già non so? Ecco perché Google Home non è una delusioneApril 10, 2018 Hey Google cosa posso chiederti che già non so? Ecco perché Google Home non è una delusione Ci vuole un animo geek, tanto pazienza e tanta tanta fiducia per un mondo migliore. Insomma devi avere sognato – almeno una volta nella vita – di essere Iron Man nella sua casa parlante. Altrimenti diventa una frustrazione unica. Google Home, il primo speaker intelligente a essere at...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *