Dopo un 2017 da urlo, chiude subito con successo la prima campagna del 2018 di equity crowdfunding

Il 2017 chiude con 50 campagne finanziate per 11,8 milioni e il 2018 parte subito con il successo della PMI innovativa Main su Crowdfundme
 

Il 2017 si è confermato come l’anno della svolta per l’equity crowdfunding in Italia: nei 12 mesi, 50 imprese, di cui 41 startup innovative, 8 PMI e 1 OICR, si sono finanziate sulle piattaforme. La raccolta complessiva è stata di quasi 12 milioni di euro (11,75) grazie a 3.240 investitori.
Ricordiamo che nel 2016, le imprese finanziate erano state 19 per 4,36 milioni e con 750 investitori.
Secondo le nostre rilevazioni, la campagna “tipo” in questo 2017, ha raccolto €235.000 a fronte di un obiettivo medio iniziale di €125.000, dunque quasi il doppio rispetto a quanto le imprese si aspettavano al lancio del proprio round. Il “crowd” contribuisce sempre di più a questo risultato: gli investitori per campagna sono stati infatti 65 contro i 39 dell’anno precedente, anche se, come naturale conseguenza, il loro investimento medio è stato più limitato (€3.600 contro €5.800 nel 2016).
Le piattaforme che hanno maggiormente contribuito sono Mamacrowd (4,7 milioni), Crowdfundme (2,6 milioni) e Opstart (1,4 milioni), la cui raccolta complessiva nel 2017 costituisce il 75% del mercato. Altre 7 piattaforme hanno raccolto ciascuna meno di 1 milione (200Crowd, Starsup, Walliance, Equinvest, Cofyp, WeAreStarting e MuumLab). Da notare anche che le prime due piattaforme sono anche quelle che hanno maggiormente coinvolto il crowd, con un numero di investitori per campagna nettamente superiore alla media del mercato (rispettivamente 81 per Mamacrowd e 101 per Crowdfundme). L’unica

Articoli correlati

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *