La criminalità funziona come i terremoti. E’ complesso stabilire quando avverrà la prima scossa, ma quelle di assestamento sono prevedibili. O almeno è quello che sostiene Florian Gauthier, giovane data scientist di Etalab, la prima cellula dell’amministrazione francese che mette i big data al servizio delle autorità pubbliche. “Un giorno la polizia è venuta a bussare alla porta e ci ha detto: ‘Abbiamo molti dati ma non sappiamo utilizzarli, ci date una mano?’” spiega Florian Gauthier mentre cerca la presentazione giusta tra i mille documenti che defilano sul laptop. Fa parte di un piccolo gruppo di data scientist che formano Etalab, la cellula esperta in big data che il governo francese mette al servizio dell’amministrazione pubblica dal 2011. Così, al terzo piano della torre Mirabeau, nell’Ovest parigino a qualche passo dalla Senna, questo team di sviluppatori ha la missione di garantire e facilitare la trasparenza dei dati pubblici attraverso la piattaforma data.gouv.fr e di costruire nuovi strumenti per sveltire i processi della burocrazia.
Guardie e ladri. Quando la polizia ha bussato alla porta, la tentazione di incrociare le competenze degli ingegneri con quelle degli investigatori è stata forte. L’ambizione? Costruire Predvol, un sistema capace di determinare la zona  in cui avrà luogo il furto di una macchina attraverso gli algoritmi predittivi. Insomma, predire il futuro e anticipare le mosse dei ladri. “Attenzione, non parliamo di sfere di cristallo, ma di indovinare un fatto futuro a partire da elementi del passato, minimizzando l’errore attraverso il machine learning”.
Nella pratica, i giovani ingegneri hanno raccolto tutti

Articoli correlati

  • Un furto tira l’altro: se lo si capisce lo si evitaJanuary 14, 2018 Un furto tira l’altro: se lo si capisce lo si evita La criminalità funziona come i terremoti. E’ complesso stabilire quando avverrà la prima scossa, ma quelle di assestamento sono prevedibili. O almeno è quello che sostiene Florian Gauthier, giovane data scientist di Etalab, la prima cellula dell’amministrazione fr...
  • Michela Deriu, un altro suicidio per ricatto legato a un video eroticoNovember 28, 2017 Michela Deriu, un altro suicidio per ricatto legato a un video erotico La storia della 22enne Michela Deriu e del suo suicidio è raggelante. Ci riporta alla mente la fine di Tiziana Cantone, un anno fa, sfociata (dal punto di vista giudiziario) in un pugno di mosche, considerando l’archiviazione per l’ipotesi di reato più grave, l’ind...
  • Wall Street record, Borse in rallyJanuary 6, 2018 Wall Street record, Borse in rally Chiusura in rialzo per le Borse europee, incoraggiate dall’ennesimo record di Wall Street e dalla Borsa di Tokio, che si è portata sui massimi dal 1992: Piazza Affari ha chiuso a +1,1% a 22.762 punti (il rialzo è di oltre il 4% dalla chiusura dell’ultima seduta 2017). ...
  • A novembre 65mila lavoratori in piùJanuary 10, 2018 A novembre 65mila lavoratori in più lavoro 18 A novembre ci sono 65mila lavoratori in più; sull’anno le persone che dichiarano di avere un impiego sono +345mila (frutto di 497mila dipendenti in più, e 152mila autonomi in meno). Il numero di occupati, da giugno, continua a veleggiare sopra quota 23 milioni di pe...
  • Che cosa prevede la nuova manovra fiscale: sgravi per le assunzioni e nessun aumento dell’IvaOctober 17, 2017 Che cosa prevede la nuova manovra fiscale: sgravi per le assunzioni e nessun aumento dell’Iva Foto Fabio Cimaglia / LaPresseRomaUno dei temi forti della manovra del governo è il lavoro, per il quale è stata decisa la decontribuzione del 50% per 3 anni degli oneri previdenziali che, a partire dal 2018, riguarderà i giovani fino ai 35 anni, età che con il passare...
  • Le startup italiane mostrano segnali di crescitaNovember 3, 2017 Le startup italiane mostrano segnali di crescita (Foto: Shutterstock)Il temporale non è ancora passato, dunque niente fuochi d’artificio. Ma si intravedono segnali di miglioramento. È questa, in estrema sintesi, la situazione dell’ecosistema startup italiano. O almeno, quanto emerge dalla 13ma edizione del rapporto tri...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *