Chiusura in rialzo per le Borse europee, incoraggiate dall’ennesimo record di Wall Street e dalla Borsa di Tokio, che si è portata sui massimi dal 1992: Piazza Affari ha chiuso a +1,1% a 22.762 punti (il rialzo è di oltre il 4% dalla chiusura dell’ultima seduta 2017). I listini del Vecchio Continente non hanno esitato nemmeno dinnanzi al dato sull’inflazione europea, che a dicembre segna un lieve rallentamento all’1,4% (dall’1,5% di novembre).
La Borsa Usa corre sulla base dei dati economici positivi: nel 2017 sono stati creati oltre due milioni di posti di lavoro per il settimo anno consecutivo; anche se i numeri del mercato del lavoro di dicembre sono inferiori alle attese (148mila nuovi posti), i salari medi sono lievitati più delle previsioni. Sullo sfondo resta il nodo sulle mosse della Fed, che potrebbe innalzare il costo del denaro più rapidamente del previsto.

Articoli correlati

  • Tassi e petrolio sfidano la ripresaJanuary 11, 2018 Tassi e petrolio sfidano la ripresa Il 2018 è iniziato all’insegna di un calo del mercato globale delle obbligazioni, tanto di aziende quanto di Stati, e della conferma della fase di rialzo dei prezzi del petrolio, alimentata quest’ultima da domanda mondiale in ripresa (segnale di un’accelerazione della cr...
  • Wall Street record con l’hi-tech: il rally del listino UsaOctober 19, 2017 Wall Street record con l’hi-tech: il rally del listino Usa wall L’anniversario è di quelli cupi, un crash di Borsa da record, ma Wall Street non ha dato ieri alcun peso al ricordo del Black Monday, di quella giornata nera capitata di lunedì trent’anni or sono e che rimane nella storia tra i grandi moniti su rischi e shock delle...
  • Borsa, Milano al top in EuropaJanuary 5, 2018 Borsa, Milano al top in Europa Le prossime elezioni politiche fanno meno paura ai mercati e così Piazza Affari recupera il gap accumulato nel periodo natalizio rispetto agli altri listini europei. Nella seduta di ieri la Borsa di Milano è arrivata a guadagnare il 3% chiudendo poi a +2,77% , la migliore in Europa...
  • Lettera shock di due grandi azionisti: «L’abuso di iPhone fa male ai bambini, Apple deve aiutare i genitori»January 8, 2018 Lettera shock di due grandi azionisti: «L’abuso di iPhone fa male ai bambini, Apple deve aiutare i genitori» Nonostante controllino due miliardi di dollari in azioni Apple, il gestore Jana Partners (nel cui advisory board compaiono Sting e la moglie) e il fondo pensione Calstr (quello degli insegnanti californiani) hanno attaccato a testa bassa il Melafonino. E lo hanno fatto con una lettera, spedita s...
  • Univeristà: gli investimenti e gli studenti senza borsa di studioNovember 24, 2017 Univeristà: gli investimenti e gli studenti senza borsa di studio scuola Dopo sette anni la riforma dell’Università non è ancora del tutto a regime. E in più ha falle evidenti, come le regole sul diritto allo studio (leggasi borse e servizi per gli studenti) mai scritte e che vedono ancora oggi decine di migliaia di ragazzi privati d...
  • L’algoritmo prevede le mosse dei ladriJanuary 7, 2018 L’algoritmo prevede le mosse dei ladri La criminalità funziona come i terremoti. E’ complesso stabilire quando avverrà la prima scossa, ma quelle di assestamento sono prevedibili. O almeno è quello che sostiene Florian Gauthier, giovane data scientist di Etalab, la prima cellula dell’amministrazione fr...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *