Problemi per Tesla: deludono le vendite di Model 3

Ci risiamo. Ci sono ancora problemi per Tesla e la sua Model 3. Nel quarto trimestre del 2017 la casa automobilistica di Elon Musk ha annunciato la consegna di sole 1500 unità. Dopo le ultime vicissitudini, alcuni analisti si aspettavano una stima realistica di poco più di 850 esemplari consegnati. L’azienda però, per bocca dello stesso Musk, aveva fissato il tasso di produzione a 5mila vetture a settimana.
Ancora una volta dunque, Tesla si è vista costretta a posticipare il raggiungimento del target. Ma questa volta, è sembrata più cauta negli annunci: per il primo trimestre di quest’anno infatti, ci si aspetta una graduale accelerazione della produzione, a un ritmo di 2500 Model 3 a settimana, e, nello stesso periodo, si conta di consegnare ai clienti 860 vetture.
Del resto, ci sono mezzo milione di clienti alle prese con questi continui ritardi di consegna. E anche la loro pazienza potrebbe iniziare a vacillare.
(Foto: Getty Images)Tutto negativo? Non proprio. Nonostante le perdite e gli obiettivi non raggiunti, Tesla ha terminato il 2017 con 100mila Model S e Model X vendute. Un aumento del 33% rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. Solo nel quarto trimestre sono stati consegnati quasi 30mila veicoli complessivi, di cui 15.200 unità della berlina Model S e 13.120 esemplari del Suv Model X.
Inoltre, la Model 3 ha appena stabilito un nuovo (positivo, stavolta) record. Pochi giorni fa infatti, ha compiuto il tragitto New York-Los Angeles (4600 chilometri) in poco più di 50 ore. Il test ha visto un miglioramento del tempo registrato

Articoli correlati

  • Tesla, la Model 3 non decolla e Musk tenta di correre ai ripariApril 3, 2018 Tesla, la Model 3 non decolla e Musk tenta di correre ai ripari Elon Musk prende le redini della produzione della Tesla Model 3. La berlina elettrica è ancora lontana dai risultati che l’imprenditore sudafricano si è posto e che il mercato si attende. Così, dopo aver affidato la Tesla per il grande pubblico all’ex ingegnere Ap...
  • Fusione Car2go-Drive now, cosa cambia per chi usa il car sharing?March 28, 2018 Fusione Car2go-Drive now, cosa cambia per chi usa il car sharing? Nuova Smart Car2goUnione alle porte nell’industria del car sharing. Car2go e Drive Now si fonderanno. Le rispettive capogruppo dei due servizi, le tedesche Bmw e Daimler, hanno trovato un accordo per unire le due divisioni di car sharing. L’intesa tra le aziende di auto non riguarda s...
  • Ecommerce, Amazon si espande: a Milano “Consegna oggi”May 11, 2018 Ecommerce, Amazon si espande: a Milano “Consegna oggi” Consegna Oggi: il nome dice già tutto. Amazon ha lanciato una nuova funzione che permetterà ai clienti Prime di Milano di ricevere un pacco il giorno stesso in cui è stato effettuato l’ordine. Amazon Prime diventa, dunque, ancora più veloce. “I clienti Prim...
  • Sacchetti biodegradabili per frutta e verdura: si possono portare da casaApril 5, 2018 Sacchetti biodegradabili per frutta e verdura: si possono portare da casa Breve riassunto delle puntate precedenti. Recependo una direttiva europea (la numero 720 del 2015) – per la quale peraltro l’Italia era in procedura di infrazione – dal primo gennaio 2018 è scattato nel nostro Paese lo stop ai sacchetti di plastica, con l’obbligo pe...
  • Dopo Milano, Roma e Londra: il fast food filippino Jollibee cresce in EuropaApril 12, 2018 Dopo Milano, Roma e Londra: il fast food filippino Jollibee cresce in Europa Dopo Milano, sarà la volta di Londra e Roma. Ma anche nuove insegne nel capoluogo lombardo e in Spagna. Tagliato il nastro del primo ristorante in Europa, Jollibee, catena filippina di fast food, procede nel piano di espansione nel vecchio continente. Il gruppo orientale, fondato nel 1978,...
  • Davvero al mondo si beve più prosecco che champagne?April 14, 2018 Davvero al mondo si beve più prosecco che champagne? Il prosecco italiano spopola nel mondo. È riuscito a penetrare in moltissimi mercati. E a crescere a doppia cifra. Nel 2014 per la prima volta il prosecco ha battuto lo champagne, la bollicina per antonomasia, la più ricercata, la più nota. Ma che cosa c’è dietro...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *