L’annuncio“Richerchiamo giovane avvocatessa o praticante avvocatessa dainserire nella nostra struttura. Offriamo una seria formazione qualificata e, in caso di avvocato un corrispettivo”.
Inizia così, errori inclusi, il testo di un annuncio di lavoro comparso su Bakeca.it e pubblicato da uno studio legale di Caserta, lo Studio Giannelli, da un avvocato che risulta regolamente iscritto al Foro di Santa Maria Capua Vetere dal marzo 2009.
L’annuncio prosegue con l’elenco dei requisiti richiesti:
“Bella presenzaVestimento elegante consono a professione legale( tailleur, tacchi spillo etc).Voglia di lavorare in gruppo.Si privilegian donne single.Residenza nelle seguenti zone. Caserta e provincia, Napoli e provincia.astenersi perditempo e prive di requisiti”.
Diversi elementi di questo testo destano altrettante preoccupazioni. Per fare l’avvocata è necessario il tailleur e il tacco a spillo? E perché deve essere single? Infine, ma non meno importante, perché l’annuncio è riservato solo alle donne? Strano, poi, che non ci sian nessun riferimento alla specializzazione né all’eventuale esperienza professionale. Abbiamo provato a parlare con l’avvocato Giannelli, ma non ci ha risposto a nessuno dei due numeri riportati sull’annuncio.
“Un annuncio del genere è vietato“, spiega a Wired l’avvocata Cathy La Torre, esperta di discriminazioni, “Ed è ancora più grave se a farlo è un avvocato”. Sebbene non esista nel codice deontologico degli avvocati una norma specifica sulle discriminazioni di genere, continua La Torre, “questo annuncio viola la legge che, come avvocati, siamo tenuti a rispettare e a far rispettare”. Tuttavia, tra gli organi interni degli Ordini degli avvocati c’è anche il Comitato Pari Opportunità. “A Bologna, che è il mio

Articoli correlati

  • Il Gruppo Focchi a Milano per l’opera dello studio Stanton Williams nel Cortile d’onore della Università di Milano.March 24, 2018 Il Gruppo Focchi a Milano per l’opera dello studio Stanton Williams nel Cortile d’onore della Università di Milano. Per la Milano Design Week il Gruppo Focchi di Rimini, qui il comunicato stampa (focchi_fuoriSalone2018), torna nel capoluogo lombardo con la realizzazione della nuova installazione architettonica firmata dallo studio inglese Stanton Williams, che trova la sua naturale ubicazione nel Cortile d&rsq...
  • Una critica ragionata al nuovo regolamento UE sul Crowdinvesting cross-borderApril 9, 2018 Una critica ragionata al nuovo regolamento UE sul Crowdinvesting cross-border Crowd Advisors rilascia un whitepaper sottolinenando le pesanti lacune del nuovo regolamento UE che dovrebbe favorire il crowdinvesting cross-border in europa     Ne avevamo già parlato su queste pagine in prossimità della sua pubblicazione, evidenziando alcune perplessit...
  • Il lavoro diventa ibridoMay 5, 2018 Il lavoro diventa ibrido Architetti, registi, scenografi, illustratori, artisti. Insieme sotto lo stesso tetto. Otto anni fa una squadra di giovani milanesi under 35 ha deciso di inventarsi un lavoro su misura. Unendo le competenze di ciascuno in un unico studio creativo. Il punto di ritrovo di Mamma Fotogramma è ...
  • Governo, come procederà il mandato esplorativo di CasellatiApril 18, 2018 Governo, come procederà il mandato esplorativo di Casellati Maria Elisabetta Alberti Casellati (foto: Lapresse) Sergio Mattarella ha fatto la mossa più saggia. Quella che, in fondo, tutti si aspettavano. Ha optato cioè come primo passo, sebbene non sia costituzionalmente formalizzato, il “mandato esplorativo” assegnato alla presi...
  • Cancro al seno, con un test il 70% delle donne può evitare la chemioterapiaJune 4, 2018 Cancro al seno, con un test il 70% delle donne può evitare la chemioterapia Finalmente una buona notizia per le donne affette da cancro al seno. Molte pazienti, infatti, che si trovano nella fase precoce della malattia potrebbero evitare la chemioterapia grazie a un test genomico in grado di prevedere il rischio di recidive e individuare, quindi, quali pazienti potrebber...
  • Questo robot si muove grazie a muscoli veriJune 6, 2018 Questo robot si muove grazie a muscoli veri Una piccola impalcatura meccanica ricoperta da muscoli in materiale vivente: è così che si presenta il primo dito cyborg della storia, appena messo a punto da un team di ricercatori dell’ Università di Tokyo. Per realizzare il “bioibrido”, così l...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *