Gibilterra primo paese a introdurre un regolamento per Blockchain nelle transazioni finanziarie

La Consob di Gibilterra (GFSC) ha introdotto, primo paese, un quadro normativo per autorizzare le Fintech a utilizzare la blockchain nelle transazioni finanziarie
 

La Gibraltar Financial Services Commission (GFSC, la Consob di Gibilterra) ha annunciato che il suo regolamento su Blockchain, o Distributed Ledger Technology (DLT), è in vigore dal 1° gennaio 2018. Da quest’anno, quindi, le aziende che utilizzano Blockchain per trasmettere o conservare valore, indipendentemente dal tipo di servizio, devono essere autorizzate da GFSC.
Nicky Gomez, responsabile rischio e innovazione di GFSC, ha commentato le nuove regole; “Siamo davvero entusiasti di ricevere finalmente le applicazioni dai provider DLT. Il team si aspetta di essere molto impegnato nei prossimi mesi e non vede l’ora di lavorare su alcune idee interessanti e innovative con i candidati. Lavorando a stretto contatto e in collaborazione con l’industria dei servizi finanziari e il governo di Gibilterra, il GFSC è diventato il primo regolatore a introdurre un quadro normativo su DLT“.
Si tratta del primo esempio di quadro legislativo appositamente costruito per le aziende che utilizzano la tecnologia blockchain o distributed ledger.
“Gibilterra si è posizionata come regime favorevole all’innovazione relativamente alla tecnologia Blockchain/DLT ed è un centro di eccellenza per il lancio di ICO” ha aggiunto Gomez.
Gibilterra ha pubblicato un documento di consultazione sull’argomento nel maggio dell’anno scorso aggiungendo che nel valutare qualsiasi domanda di licenza i suoi obiettivi principali sono la protezione del consumatore e la reputazione di Gibilterra.
Qui la pagina di GFSC dedicata al framework normativo DLT.

Articoli correlati

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *