(Immagine: pixabay)Il 2018 si apre all’insegna degli scioperi che si estendono a diverse categorie professionali. Facciamo ordine e vediamo chi sciopera, quando e perché.
Giornalisti Rai SportMercoledì 3 gennaio non ci saranno trasmissioni sportive sulle reti Rai e, durante la sera, la partita di Coppa Italia Juventus-Torino verrà trasmessa senza commenti. I giornalisti protestano contro l’assegnazione a Mediaset dei Mondiali di calcio, che inizieranno a giugno, e manifestano preoccupazioni per la probabile mancata assegnazione dei diritti della Formula 1. L’Unione sindacale dei giornalisti Rai (Usigrai) ha rilasciato un comunicato a cui l’azienda ha risposto in tono distaccato, sostenendo che lo sciopero non ha motivo di essere fatto poiché la Rai investe oltre 200 milioni di euro all’anno nello sport e, con la mancata qualificazione della Nazionale a Russia 2018, è stato impossibile fare altri investimenti.
Poste ItalianeA partire da venerdì 5 gennaio, e per diversi giorni in differenti sedi e città, i lavoratori di Poste Italiane non faranno straordinari per osteggiare la politica dell’azienda che, secondo i sindacati, tende a ridurre il personale chiedendo sempre più sacrifici ai lavoratori, con ricaduta sulla qualità del servizio offerto alle utenze.
DocentiLunedì 8 gennaio è il turno dei docenti, con uno sciopero indetto dal sindacato Saese a cui hanno aderito anche le sigle Anief e Cub Scuola. Anche il personale amministrativo, tecnico e ausiliario (Ata) parteciperà alla serrata. Sul tavolo in questo caso ci sono i rinnovi contrattuali e la sentenza con cui, lo scorso 20 dicembre, il Consiglio di Stato ha deciso che i docenti con

Articoli correlati

  • Italia, i flop sportivi dopo i quali siamo stati capaci di ripartireNovember 14, 2017 Italia, i flop sportivi dopo i quali siamo stati capaci di ripartire Le polemiche e le recriminazioni in Italia sono appena cominciate: incapace di fare un gol tra andata e ritorno, la nazionale italiana di calcio non sarà presente in Russia ai Mondiali 2018, dopo la clamorosa eliminazione con la Svezia. La delusione è fresca ma di fatto è gi&...
  • Russia 2018 sarà il primo mondiale di calcio trasmesso da MediasetDecember 21, 2017 Russia 2018 sarà il primo mondiale di calcio trasmesso da Mediaset Settantotto milioni di euro. Questa è la cifra che valgono i Campionati Mondiali di calcio, in programma dal 14 giugno al 15 luglio 2018 in Russia. O meglio, questa è l’offerta con la quale Mediaset si è assicurata i diritti per la trasmissione sul territorio italiano d...
  • L’uomo che abbraccia le autoOctober 21, 2017 L’uomo che abbraccia le auto Nel nome delle auto e di… Umberto Boccioni. Gli sconfinati orizzonti del nuovo Gran Turismo Sport, si rivelano all’inizio del video con cui, durante la lectio magistralis in occasione della laurea honoris causa in “Ingegneria del Veicolo” conferitagli da UniMore a Modena,...
  • L’uomo che abbraccia le auto. La storia del papà di Gran TurismoOctober 23, 2017 L’uomo che abbraccia le auto. La storia del papà di Gran Turismo Nel nome delle auto e di… Umberto Boccioni. Gli sconfinati orizzonti del nuovo Gran Turismo Sport, si rivelano all’inizio del video con cui, durante la lectio magistralis in occasione della laurea honoris causa in “Ingegneria del Veicolo” conferitagli da UniMore a Modena...
  • Welfare, il co-design per artigiani e pmiDecember 17, 2017 Welfare, il co-design per artigiani e pmi Spegnere il computer di lavoro ogni sera. Una piccola scocciatura che viene trasmutata in credito di welfare aziendale. Così come accade a chi riduce gli scarti di produzione o  propone idee brillanti alla propria società. “Il lavoratore è coinvolto e gratificato. ...
  • Da «Mai stati in B» ad «Accidenti», l’ironia social del PordenoneDecember 13, 2017 Da «Mai stati in B» ad «Accidenti», l’ironia social del Pordenone «Accidenti»: sta tutto in questo tweet il successo del Pordenone Calcio, che ieri sera a San Siro ha fatto un’impresa contro l’Inter, perdendo solo ai rigori la sfida di Coppa Italia contro la capolista della Serie A. Complimenti ai giocatori, certo. Ma la vera impresa l...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *