(Foto: Courtesy Yerkes National Primate Research Center, Emory University)Nella storia della lotta all’hiv si ricorda il caso del paziente di Berlino, una persona con hiv guarita dall’infezione in seguito a un trapianto di staminali per trattare la sua leucemia. Una guarigione eccezionale, imputabile alla resistenza delle cellule del donatore all’infezione da hiv. Un caso che, sotto alcuni aspetti sottolinea, come nella lotta all’hiv, studiare i bersagli del virus, i suoi ospiti, è fondamentale tanto quanto la caratterizzazione del virus. E un nuovo tassello nello studio dei bersagli del virus dell’Aids arriva oggi da una ricerca pubblicata su Nature.
Lo studio in questione però non riguarda l’hiv e la resistenza al virus, ma il simian immunodeficiency virus (Siv), un virus simile all’hiv, un suo parente, che infetta diversi primati, causando Aids. Con alcune eccezioni: nel cercocebo moro (Cercocebus atys), una scimmia del vecchio mondo, l’infezione da Siv non sviluppa Aids. Il virus c’è ma non causa immunodeficienza. Lo stesso non accade però nei macachi, in cui l’infezione da Siv evolve in una malattia simile all’Aids. In che modo questa scimmia riesce a convivere con il Siv, anche con elevati livelli del virus?
Per capirlo, un team di ricercatori guidati da Guido Silvestri dello Yerkes Research Center della Emory University di Atlanta ha deciso di analizzare il genoma del cercocebo moro e ha quindi confrontato i risultati con il dna di altre specie suscettibili all’Aids, come sono gli esseri umani e i macachi (modello di malattia per l’uomo).
Scopo: identificare delle tracce, dei possibili geni

Articoli correlati

  • Convivio, il mercato benefico per la lotta all’hivApril 4, 2018 Convivio, il mercato benefico per la lotta all’hiv Il 6 giugno torna a Milano la quattordicesima edizione di Convivio, la più importante Mostra-Mercato benefica promossa in Italia dal mondo della moda a sostegno dell’associazione no-profit ANLAIDS (Associazione Nazionale per la lotta contro l’AIDS). 4 giorni di shopping solidal...
  • Arriva il neutrino sterile, la particella che non dovrebbe esistereJune 4, 2018 Arriva il neutrino sterile, la particella che non dovrebbe esistere (foto: Fermi National Accelerator Laboratory. Interno dell’esperimento MiniBooNE)Al Fermilab di Chicago appare una nuova particella che non sarebbe dovuta esistere: l’esperimento MiniBooNe ha individuato una prova di un nuovo neutrino, definito sterile, dato che non interagisce ...
  • Trapianti, ora sarà possibile la donazione di organi tra pazienti con l’hivMarch 9, 2018 Trapianti, ora sarà possibile la donazione di organi tra pazienti con l’hiv La fine di una discriminazione. Così Alessandro Nanni Costa, direttore del Centro nazionale trapianti, definisce a margine degli Stati generali della Rete trapiantologica italiana la pubblicazione in Gazzetta Ufficiale del protocollo che consentirà i trapianti d’organo tr...
  • Il buco dell’ozono è di nuovo in pericolo. Ma non sappiamo ancora perchéMay 17, 2018 Il buco dell’ozono è di nuovo in pericolo. Ma non sappiamo ancora perché (foto: Nasa)La caccia è ufficialmente aperta: una misteriosa fonte di emissioni di clorofluorocarburi sta provocando nuovamente danni allo strato dell’ozono. A lanciare l’allarme sulle pagine di Nature sono stati i ricercatori statunitensi della National Oceanic and Atmospheric...
  • Chi beve molte bevande zuccherate ha la vita più cortaMarch 21, 2018 Chi beve molte bevande zuccherate ha la vita più corta Ci potrebbe essere un’associazione tra un eccessivo consumo di bevande zuccherate e un maggior rischio di morte? Secondo un team di ricercatori statunitensi della Emory University sì: i risultati preliminari della loro ricerca, presentata durante il congresso dell’American Hear...
  • Berlusconi apre al M5S, Di Maio accetterà i suoi voti per governare?March 21, 2018 Berlusconi apre al M5S, Di Maio accetterà i suoi voti per governare? Silvio Berlusconi (Foto: Facebook di Silvio Berlusconi)Piuttosto che precipitare nell’insignificanza, e perdere influenza sulle scelte che toccano il mondo editoriale e finanziario che da sempre rappresentano la sua principale preoccupazione, Silvio Berlusconi potrebbe dare il via libera a ...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *