In musica il progresso passa spesso e volentieri attraverso le aule di tribunale. Contro una causa finì per schiantarsi Napster, piattaforma di condivisione di file mp3 che rappresentò l’alba della musica online. Contro un (ennesimo) contenzioso inciampa Spotify, piattaforma di streaming online più popolare al mondo con oltre 140 milioni di utenti attivi di cui 60 milioni a pagamento.A intentarglielo, lo scorso 29 dicembre, è stata la società di publishing californiana Wixen Music, portafoglio di artisti che abbraccia mostri sacri come Doors, Carlos Santana e Neil Young, il compiano Tom Petty e icone dell’indie Usa del calibro dei Black Keys: la casa editrice ha chiesto alla startup svedese la cifra monstre di 1,6 miliardi di dollari per presunta violazione del diritto d’autore.

L’accusa: streaming senza piena disponibilità dei dirittiSpotify, secondo le carte prodotte al Tribunale Federale della California, avrebbe fatto ascoltare ai propri utenti, senza averne il diritto, canzoni come Light my Fire dei Doors o Free Fallin’ di Tom Petty senza averne la piena disponibilità del copyright.
Problemi che attengono alla complessa gestione della filiera del diritto d’autore musicale nell’epoca dello streaming, con molti meno soldi a girare rispetto ai tempi d’oro andati e una distribuzione non sempre equa dei ricavi ad autori ed editori: vedi alla voce value gap. Tema caldissimo sul quale case discografiche, società di publishing, autori e artisti continuano a dibattere animatamente da qualche anno. Con risultati non sempre in linea con le aspettative.

«Caccia al bisonte» nell’anno della quotazioneNon è la prima volta che la società di

Articoli correlati

  • Negli Stati Uniti c’è una causa contro Spotify da 1,6 miliardi di dollariJanuary 3, 2018 Negli Stati Uniti c’è una causa contro Spotify da 1,6 miliardi di dollari Richieste danni in shuffle: la Wixen Music Publishing, il 29 dicembre, ha depositato una causa contro Spotify chiedendo un risarcimento di almeno 1,6 miliardi di dollari. L’editore, che rappresenta artisti come Tom Petty, Missy Elliot, Stevie Nicks e Neil Young, ritiene che l’azi...
  • Musica: Ed Sheeran è l’artista più ascoltato del 2017 su SpotifyDecember 6, 2017 Musica: Ed Sheeran è l’artista più ascoltato del 2017 su Spotify Come ogni anno, Spotify ha annunciato i nomi degli artisti più ascoltati sulla nota piattaforma di streaming. Nel 2017 il titolo va ad Ed Sheeran, campione di ascolti a livello globale con 47 milioni di streaming mensili: il suo album “Divide” è ...
  • Spotify: Ed Sheeran raggiunge 47 milioni di streaming. Ascolta il meglio del 2017December 11, 2017 Spotify: Ed Sheeran raggiunge 47 milioni di streaming. Ascolta il meglio del 2017 Come ogni anno, Spotify ha annunciato i nomi degli artisti più ascoltati sulla nota piattaforma di streaming. Nel 2017 il titolo va ad Ed Sheeran, campione di ascolti a livello globale con 47 milioni di streaming mensili: il suo album “Divide” è ...
  • Spotify: Ed Sheeran raggiunge 47 milioni di streaming. Ascolta il meglio del 2017December 16, 2017 Spotify: Ed Sheeran raggiunge 47 milioni di streaming. Ascolta il meglio del 2017 Come ogni anno, Spotify ha annunciato i nomi degli artisti più ascoltati sulla nota piattaforma di streaming. Nel 2017 il titolo va ad Ed Sheeran, campione di ascolti a livello globale con 47 milioni di streaming mensili: il suo album “Divide” è ...
  • Apple compra Shazam, l’app che riconosce la musicaDecember 11, 2017 Apple compra Shazam, l’app che riconosce la musica Arriva la conferma ufficiale: Apple compra Shazam, la popolarissima app capace di riconoscere il titolo di una canzone ascoltandola. Se confermate le indiscrezioni di TechCrunch sul prezzo, che parlava di un accordo economico del valore di 400 milioni di dollari, si tratta della seconda acquisiz...
  • Perché Apple ha comprato Shazam? Alcune ipotesiDecember 12, 2017 Perché Apple ha comprato Shazam? Alcune ipotesi E così alla fine arrivò la conferma ufficiale: Apple compra Shazam, la popolare app che permette di riconoscere titolo e autore di una canzone attraverso l’ascolto.  Il prezzo pagato da Cupertino non è stato dichiarato – TechCrunch dice che sono 400 milioni d...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *