La sera del primo gennaio in cielo è stato possibile vedere una Superluna: intorno alle 23 il nostro satellite era infatti a una distanza di 356.565 km dalla Terra (la distanza media durante l’orbita è di 384mila km).
Risultato: una sfera piena più grande e luminosa del solito, come si può vedere nelle foto scattate in tutto il mondo, che abbiamo raccolto qui sopra.
Entrato ormai nel nostro vocabolario, il termine Superluna indica una particolare coincidenza astronomica che gli esperti preferiscono chiamare Luna piena (o nuova, a seconda della fase) al perigeo, cioè alla minima distanza dalla Terra. L’orbita della Luna attorno al nostro pianeta, infatti, è ellittica, pertanto la distanza del satellite non è sempre la stessa ma varia da un valore minimo (perigeo) di circa 356.410 km a un valore massimo (apogeo) di circa 406.740 km. Una differenza di circa 50mila km, sufficiente a far apparire la Luna in perigeo in media del 14% più grande e del 30% più luminosa.
La prossima possibilità per osservare una Superluna sarà nella notte del 31 gennaio, quando tra l’altro si verificherà un’eclissi di Luna (anche se non visibile dall’Italia).
The post Lo spettacolo della Superluna appeared first on Wired.

Articoli correlati

  • Satellite Queqiao, la Cina alla conquista del lato oscuro della LunaMay 21, 2018 Satellite Queqiao, la Cina alla conquista del lato oscuro della Luna (foto: Universal History Archive/ Getty Images)Archiviata la mezza figuraccia del rientro incontrollato della propria stazione spaziale, la Cina dà nuovo slancio al programma spaziale andando alla conquista del lato oscuro della Luna. La superpotenza asiatica, infatti, ha da poche ore lanc...
  • Tess, ecco il nuovo cacciatore di esopianetiApril 16, 2018 Tess, ecco il nuovo cacciatore di esopianeti (Foto: NASA’s Goddard Space Flight Center. Rappresentazione artistica di Tess, che cercherà piccoli pianeti orbitanti intorno a stelle vicine)È pronto. Sta per partire. Stiamo parlando del satellite Tess (Transiting Exoplanet Survey Satellite), che verrà lanciato il 16...
  • Dalla Luna alla margarina, gli obiettivi dei premi-sfidaMarch 28, 2018 Dalla Luna alla margarina, gli obiettivi dei premi-sfida Qualche sospiro in più sarà rivolto alla Luna, in questi ultimi giorni di marzo. È il rimpianto di chi avrebbe potuto portare un robot sul satellite della Terra e vincere 30 milioni di dollari. Proprio a fine mese scadeva il termine del Google Lunar XPrize, lanciato del 2007....
  • Liridi, sono arrivate le stelle cadenti di aprileApril 16, 2018 Liridi, sono arrivate le stelle cadenti di aprile (Foto: Nasa)Scegliete una notte serena, un luogo lontano dalla città e da fonti luminose troppo intense. Munitevi di sacco a pelo e di pazienza e sdraiatevi a osservare il cielo: dal 16 al 25 aprile tornano le Liridi, le stelle cadenti più antiche mai osservate. Il picco? La notte t...
  • Frozen Planet, i ghiacci della Terra diventano un videoclipMarch 23, 2018 Frozen Planet, i ghiacci della Terra diventano un videoclip Antartide, vette innevate, fiordi, iceberg: ecco i punti più freddi del nostro Pianeta immortalati a sembrare quadri d’autore. Le immagini, raccolte nei dieci anni di attività del satellite Envisat dell’Agenzia spaziale europea, formano un lungo video esclusivo che perco...
  • ExoMars, il test del paracadute per il prossimo rover marzianoApril 4, 2018 ExoMars, il test del paracadute per il prossimo rover marziano Una resistentissima cupola flessibile di 35 metri di diametro: è questo il sistema che consentirà il prossimo “ammartaggio” programmato dall’Agenzia spaziale europea, all’interno della missione ExoMars. Come succede per moltissimi dispositivi destinati all&rs...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *