(Foto: SEBASTIEN BOZON/AFP/Getty Images)Una nuova speranza per combattere il morbo di Alzheimer arriva dai laboratori della Lancaster University nel Regno Unito. Infatti, in una ricerca appena pubblicata sulle pagine di Brain Research, il team di ricercatori inglesi ha scoperto che un farmaco originariamente sviluppato per il diabete di tipo 2 potrebbe essere un possibile trattamento anche per il morbo di Alzheimer.
Più precisamente, come si legge nello studio, questo farmaco si è dimostrato in grado di “invertire significativamente la perdita di memoria” nei topi attraverso un triplice metodo di azione e potrebbe offrire quindi sostanziali miglioramenti nel trattamento della malattia di Alzheimer.
“In assenza di nuove cure in quasi 15 anni dobbiamo trovare nuovi modi per affrontare l’Alzheimer”, spiega Doug Brown, direttore ricerca e sviluppo della Alzheimer’s Society. “È fondamentale sapere se i farmaci sviluppati per il trattamento di altre condizioni possono essere utili alle persone con Alzheimer e altre forme di demenza. Sebbene i benefici di questi farmaci a triplo agonista siano stati finora trovati solo nei topi, altri studi con farmaci anti-diabetici esistenti, come il liraglutide, hanno mostrato una reale promessa per le persone con l’Alzheimer ed è quindi fondamentale un ulteriore sviluppo di questa ricerca”.
In sostanza, il team di ricercatori inglesi ha scoperto che il farmaco a triplo recettore, o agonista, per il diabete (che è fattore di rischio per l’Alzheimer ed è implicato nella progressione della malattia) agisce in diversi modi per proteggere il cervello dalla degenerazione. Fondamentalmente, connette Glp-1, Gip e Glucagon che sono tutti fattori di crescita

Articoli correlati

  • Chi beve molte bevande zuccherate ha la vita più cortaMarch 21, 2018 Chi beve molte bevande zuccherate ha la vita più corta Ci potrebbe essere un’associazione tra un eccessivo consumo di bevande zuccherate e un maggior rischio di morte? Secondo un team di ricercatori statunitensi della Emory University sì: i risultati preliminari della loro ricerca, presentata durante il congresso dell’American Hear...
  • Reddito e salute: scopri la correlazione tra il titolo di studio e le malattieMay 9, 2018 Reddito e salute: scopri la correlazione tra il titolo di studio e le malattie In questi giorni l’Istituto Superiore di Sanità ha pubblicato il rapporto PASSI, che periodicamente fa il punto sullo stile di vita degli italiani, cercando di pesare, fra le altre cose, i principali fattori che minano il nostro benessere, esponendoci al rischio di sviluppare malatti...
  • Tutto quello che c’è da sapere sui farmaci biosimilariApril 10, 2018 Tutto quello che c’è da sapere sui farmaci biosimilari (Foto: Getty Images)È una decisione definita storica. Perché apre, potenzialmente, una nuova era nel campo delle cosiddette terapie biologiche, l’insieme di farmaci di nuova generazione (generalmente piuttosto costosi) prodotti a partire da organismi viventi e attualmente util...
  • A volte non basta fare esercizio per dimagrireApril 13, 2018 A volte non basta fare esercizio per dimagrire (foto: Rene Schwietzke/Flickr)L’Oms raccomanda 150 minuti di attività fisica a settimana per assicurarsi di invecchiare in salute. L’esercizio d’altronde aiuta a contenere lo stress, diminuisce il rischio di soffrire di malattie come il diabete, l’Alzheimer, e diver...
  • Blogo.it riparte. I siti passano sotto l’ombrello di TribooMarch 15, 2018 Blogo.it riparte. I siti passano sotto l’ombrello di Triboo Movimenti importanti nell’editoria digitale italiana. Triboo, che già in passato aveva acquisito Html.it (2014) e Brown Editore (2015), ha comprato le testate che facevano parte del network di Blogo.it, come TvBlog, SoundsBlog, CineBlog, MotoBlog e ComicsBlog. L’obiettivo &egra...
  • Tumori, l’analisi del genoma ne ridefinisce la classificazioneApril 6, 2018 Tumori, l’analisi del genoma ne ridefinisce la classificazione (Foto: via Pixabay)Il cancro non è un’unica malattia. Ogni tumore è a sé, e questo ormai la medicina l’ha capito da tempo. Per improntare un percorso terapeutico, però, è necessario inquadrare il tumore, classificarlo. Sito di comparsa, morfologia de...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *