Amazon potrebbe tirar fuori dal cilindro il concorrente di YouTube

Tra vedere e non vedere, meglio mettere le mani avanti (e anche dietro). Giusto i primi di dicembre Google ha deciso di non rendere più disponibile YouTube sui dispositivi Echo e Fire Tv, nel tentativo di promuovere i propri prodotti per le case smart, da Home a Chromecast, passando per Nest. Proprio i primi di dicembre, sembrerebbe in tutta risposta, Amazon si è fatta un giro allo United States Patent and Trademark Office (USPTO) compilando due richieste per depositare i marchi “Amazontube” e “Opentube”.
Se è vero che Amazon detiene un dominio intitolato Amazontube.com dal 1998, le informazioni incluse nel deposito, riporta Tv Answer Man, rendono palese che il marchio in questione sia associato a software per il consumo di video, testo, dati, immagini, e altri lavori elettronici online e su più piattaforme (ricorda niente?).
Domain Name Wire ha riportato anche che Amazon avrebbe registrato i relativi domini di AlexaTube e OpenTube (AlexaOpenTube.com, AmazonAlexaTube.com, and AmazonOpenTube.com). Tutto, quindi, sembra essere stato predisposto in caso di una decisione che voglia schierare un servizio in concorrenza a quello di Google. Eppure, sottolinea Android Police: possibile che Amazon, per questa operazione, non voglia minimamente sfruttare Twitch.Tv, piattaforma colosso dello streaming, già nelle sue mani?
The post Amazon potrebbe tirar fuori dal cilindro il concorrente di YouTube appeared first on Wired.

Articoli correlati

  • YouTube aggiunge i sottotitoli automatici anche alle dirette streamingFebruary 27, 2018 YouTube aggiunge i sottotitoli automatici anche alle dirette streaming Dopo il superamento, lo scorso anno, di un miliardo di video con didascalie automatiche, YouTube ha annunciato una novità interessante: i sottotitoli per le dirette streaming disponibili nelle prossime settimane. L’impresa è, ovviamente, titanica: riuscire ad affinar...
  • I segreti dietro il successo di Amazon, Apple, Facebook e GoogleMarch 17, 2018 I segreti dietro il successo di Amazon, Apple, Facebook e Google Pubblichiamo di seguito un estratto del libro The Four: I padroni di Scott Galloway, edito da Hoepli. Il volume indaga le ragioni del potere e del successo dei cosiddetti Quattro Cavalieri, ossia Amazon, Apple, Facebook e Google.  ————————&mdas...
  • Amazon sospende centinaia di account Prime senza dare troppe spiegazioniApril 6, 2018 Amazon sospende centinaia di account Prime senza dare troppe spiegazioni Nel bel mezzo dell’ira funesta del presidente Donal Trump contro i danni che Amazon arrecherebbe all’economia statunitense, arriva un’altra tempesta. In questo caso si tratta degli utenti, che con l’hashtag #amazonclosed discutono della chiusura – inaspettata, dicono...
  • Ora bastano la webcam e Chrome per le dirette su YouTubeMarch 21, 2018 Ora bastano la webcam e Chrome per le dirette su YouTube Pronti, attenti, live. Con Chrome e una webcam si va in diretta streaming senza passare dal via, cioè da un software di codifica. Prima infatti, era necessaria un encoder app per poter acquisire i contenuti da desktop, fotocamera, microfono e altri dispositivi e poterli inviare a YouT...
  • Due hacker fanno sparire il video di Despacito da YouTubeApril 10, 2018 Due hacker fanno sparire il video di Despacito da YouTube Si chiamano Prosox e Kuroi’sh i due hacker che hanno eliminato diversi video da YouTube. Sono spariti, tra gli altri, Chantaje (Shakira), Wolves di Selena Gomez, Hotline Bling di Drake e Despacito di Luis Fonsi e Daddy Yankee che aveva ben 5 miliardi di visite. @YouTube Its just for f...
  • 5 motori di ricerca che non sono GoogleMay 10, 2018 5 motori di ricerca che non sono Google (Foto: Edho Pratama /Unsplash)Senza necessariamente dover arrivare all’assioma della madre di Zerocalcare per la quale Google è l’intero internet (“Non c’è più Google“), è pur vero che la concorrenza al motore di ricerca di The Big G &egra...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *