Pillarstone Italy studia il dossier di Rbd Armatori

Pillarstone Italy studia il dossier Rdb Armatori. Lo scrive oggi MF Shipping & Logistica, ricordando che la shipping company di Torre del Greco (Napoli) è in concordato preventivo e che dovrà presentare entro la prossima adunanza dei creditori fissata per il 1° marzo 2017 un piano di ristrutturazione del debito ex articolo 182-bis della Legge Fallimentare.  L’idea sarebbe quella di presentare una proposta concordataria in competizione a quella delle famiglie proprietarie di Rbd (Rizzo, Bottiglieri e De Carlini).
Rbd Armatori ha un indebitamento complessivo superiore a 1 miliardo di dollari, di cui 750 milioni fanno capo a istituti di credito: Mps  (227 milioni), Goldman Sachs (206,1), Intesa  Sanpaolo (158), Ubi (50,9), Deutsche Bank  (38), Bper (21,2), Cariparma (21,2) e Dnb (20,1).
La crisi di Rdb Armatori si trascina ormai da anni. A fine dicembre 2015 le banche creditrici avevano dato il via libera a una precedente versione del piano che prevedeva la vendita di sette navi e lo scorporo di altre unità più alcuni asset immobiliari (l’hotel Le Palma di Capri, Villa Olivella a Torre del Greco e altre proprietà) in un’altra società le cui azioni sarebbero state conferite alle banche creditrici uscendo così dal perimetro del gruppo (si veda MF Milano Finanza).
Solo poco più di tre anni fa Rbd era passata per un primo accordo di ristrutturazione del debito (si veda MF Milano Finanza). In quell’occasione le banche (in prima linea Unicredit, Intesa Sanpaolo, Montepaschi, Banco Popolare  e GE Capital Interbanca) che a fine novembre 2012 erano esposte per 642 milioni a fronte di un patrimonio

Articoli correlati

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *