referendum
Il 60% del campione del sondaggio del Sole 24 Ore sul referendum, sostiene di conoscere la riforma per la quale si voterà il 4 dicembre “poco” o “affatto”. Eppure dalle rilevazioni emerge una tendenza chiara: la prevalenza del No al 34%, mentre il Sì è fermo ad appena il 29% con un 37% tra incerti e astenuti.
Eppure i singoli contenuti della riforma elettorale piacciono o non dispiacciono agli elettori. Il 57% è d’accordo sul fatto che la maggior parte delle leggi possa essere approvata solo dalla Camera. Per l’83% è positivo che il governo possa chiedere alla Camera di deliberare su alcuni provvedimenti in tempi certi. All’80% dei rispondenti piace anche la riforma del sistema elettorale tout court, cioè l’elezione diretta del Presidente del Consiglio. Solo sul trasferimento di competenze dalle regioni allo Stato la maggioranza non è d’accordo.
E allora perché prevalgono i No? Il problema è stato fin da subito la personalizzazione del voto referendario, favorita dallo stesso premier Renzi, che ha però solo anticipato i tempi. La realtà è che il 61% degli intervistati ha un giudizio negativo sull’azione di governo nel suo complesso e ciò si traduce in un voto negativo alla riforma per esprimere dissenso contro il principale promotore del cambiamento.
I Sì sono concentrati prevalentemente tra gli elettori dei due partiti di governo, Pd e Ncd. Sono relativamente pochi i giovani favorevoli alla riforma: in tutte le classi di età fino ai 64 anni il No è in vantaggio, mentre vince il Sì tra gli

Articoli correlati

  • Pd-Mdp: come funziona il sistema mistoNovember 15, 2017 Pd-Mdp: come funziona il sistema misto pd Improvvisamente il Pd ha scoperto i rischi del nuovo sistema elettorale. Più precisamente i rischi connessi ai collegi uninominali: 232 alla Camera e 116 al Senato. Sono pochi, ma non così pochi da essere ininfluenti sul risultato finale delle prossime elezioni. Con questo siste...
  • Oggi la Catalogna va alle urneDecember 21, 2017 Oggi la Catalogna va alle urne (Immagine: pixabay)Lo scorso 27 ottobre il premier spagnolo Mariano Rajoy ha applicato l’articolo 155 della Costituzione facendo decadere il governo della Catalogna il quale, in seguito al referendum del 1° ottobre, aveva dichiarato la propria indipendenza da Madrid. Per questo motivo s...
  • Cartolarizzazioni di Npl leasing, rispunta emendamento alla Camera. Libererebbe risorse per 6,3 mldDecember 14, 2017 Cartolarizzazioni di Npl leasing, rispunta emendamento alla Camera. Libererebbe risorse per 6,3 mld Rispunta un emendamento in tema di Npl e cartolarizzazioni nel testo della legge di bilancio 2018 che andrà all’esame dell’aula della Camera nei prossimi giorni. Lo scrive oggi MF Milano Finanza. Dopo che tutto il pacchetto dedicato alle nuove...
  • Politica: l’agenda di fine legislatura. C’è  tempo per 3 provvedimenti su 10October 31, 2017 Politica: l’agenda di fine legislatura. C’è tempo per 3 provvedimenti su 10 agenda L’aula del Senato sarà impegnata con la sessione di bilancio fino al 25 novembre. Dal 26 novembre si apre una finestra di tre settimane che ha già tutte le sembianze di un ingorgo parlamentare. Ci sono infatti in lista d’attesa per l’approvazione finale ben...
  • Svolta Pir, dovranno investire il 3% in fondi di venture. Pir compliant anche il direct lendingNovember 8, 2017 Svolta Pir, dovranno investire il 3% in fondi di venture. Pir compliant anche il direct lending Silvia Fregolent I fondi Pir potranno essere tali soltanto se, oltre a tutte le condizioni stabilite in precedenza dalla legge di bilancio 2017, investiranno il 3% dei loro asset in fondi che investono in startup innovative e pmi innovative. Inoltre saranno “Pir compliant” anche i fon...
  • Elezioni: ecco la nuova mappa dei collegi con il RosatellumNovember 24, 2017 Elezioni: ecco la nuova mappa dei collegi con il Rosatellum rosatellum Arriva la mappa dei collegi del Rosatellum. L’ultimo atto, dopo l’approvazione della legge elettorale, è stato compiuto ieri dal governo con il via libera al decreto legislativo che disegna i collegi uninominali e quelli plurinominali di Camera e Senato. E adesso ch...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *