referendum
Il 60% del campione del sondaggio del Sole 24 Ore sul referendum, sostiene di conoscere la riforma per la quale si voterà il 4 dicembre “poco” o “affatto”. Eppure dalle rilevazioni emerge una tendenza chiara: la prevalenza del No al 34%, mentre il Sì è fermo ad appena il 29% con un 37% tra incerti e astenuti.
Eppure i singoli contenuti della riforma elettorale piacciono o non dispiacciono agli elettori. Il 57% è d’accordo sul fatto che la maggior parte delle leggi possa essere approvata solo dalla Camera. Per l’83% è positivo che il governo possa chiedere alla Camera di deliberare su alcuni provvedimenti in tempi certi. All’80% dei rispondenti piace anche la riforma del sistema elettorale tout court, cioè l’elezione diretta del Presidente del Consiglio. Solo sul trasferimento di competenze dalle regioni allo Stato la maggioranza non è d’accordo.
E allora perché prevalgono i No? Il problema è stato fin da subito la personalizzazione del voto referendario, favorita dallo stesso premier Renzi, che ha però solo anticipato i tempi. La realtà è che il 61% degli intervistati ha un giudizio negativo sull’azione di governo nel suo complesso e ciò si traduce in un voto negativo alla riforma per esprimere dissenso contro il principale promotore del cambiamento.
I Sì sono concentrati prevalentemente tra gli elettori dei due partiti di governo, Pd e Ncd. Sono relativamente pochi i giovani favorevoli alla riforma: in tutte le classi di età fino ai 64 anni il No è in vantaggio, mentre vince il Sì tra gli

Articoli correlati

  • Bonus cultura di 500 euro, oggi è l’ultimo giorno per richiederloJune 30, 2017 Bonus cultura di 500 euro, oggi è l’ultimo giorno per richiederlo (immagine: pixabay)Oggi è l’ultimo giorno in cui in nati nel 1998 possono richiedere il bonus cultura, 500 euro da spendere in libri, musica, musei e eventi culturali. Benché l’iniziativa sia in sé lodevole, a bocce ferme vanno considerate anche le debolezze ...
  • Evento al Polo Tecnologico di Navacchio per l’installazione della nuova camera All-SkyJune 20, 2017 Evento al Polo Tecnologico di Navacchio per l’installazione della nuova camera All-Sky 13/06/2017 Cascina Notizie Dalle ore 10.00 alle ore 13.00 di sabato 24 giugno, presso l’Auditorium Polo Tecnologico di Navacchio si terrà un evento organizzato da SpaceDyS, leader mondiale della determinazione orbitale. Scarica il PDF L'articolo Evento al Polo Tecnologico di Navacchi...
  • Il peso del petrolio sulla fattura energeticaJune 28, 2017 Il peso del petrolio sulla fattura energetica Sebbene i consumi petroliferi abbiano segnato un calo nel 2016 (-0,9%) e arretrino anche nei primi cinque mesi del 2017 (-1,9%), il 67% di questi continua a sostenere i trasporti (e da solo il gasolio copre il 40% dei volumi totali), mentre la fattura petrolifera, dopo la discesa dello scorso ann...
  • 2030: il contributo delle nuove tecnologie sull’energia e sul PilJuly 5, 2017 2030: il contributo delle nuove tecnologie sull’energia e sul Pil Energia. Se dunque venissero implementate tutte le misure di policy per sostenere la domanda e incentivi adeguati per rilanciare l’offerta di tecnologie, la domanda finale al 2030 aumenterebbe di 543 miliardi, con un incremento del valore della produzione industriale di 1.019 miliardi di eu...
  • Premio Innovazione 2017 – Camera di Commercio di Pisa. In palio n. 2 premi in denaro di € 15.000,00 cad.September 18, 2017 Premio Innovazione 2017 – Camera di Commercio di Pisa. In palio n. 2 premi in denaro di € 15.000,00 cad. #newsinteressanti  Aperto il nuovo Avviso per Premio Innovazione 2017- Camera di Commercio di Pisa. Si tratta di un importante riconoscimento che sarà assegnato a due piccole e medie imprese pisane (di cui una microimpresa) che si siano particolarmente distinte, nell’ultimo bien...
  • 2007-2016: dove è calata di più la spesa delle famiglie?July 3, 2017 2007-2016: dove è calata di più la spesa delle famiglie? Da 114 a 102,5 miliardi, una sforbiciata da 11,5 miliardi, il 10 per cento. È il taglio dei consumi non alimentari delle famiglie italiane tra il 2007 e il 2016, decennio segnato da due crisi economiche.  A crescere di un quinto è solo la spesa in prodotti per il proprio b...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *