casa
Expo, Mondiali di calcio, Olimpiadi, Saloni e altri eventi annuali come capitale della cultura rappresentano da sempre un duplice appuntamento: per pubblico e turisti, ma anche per le città ospitanti che colgono l’occasione per rifarsi il look. Questa rigenerazione ha effetti a cascata sui prezzi immobiliari.
Un esempio? La Milano dell’Expo 2015, che ha visto i prezzi delle case scendere meno della media nazionale nei cinque anni che hanno preceduto l’evento (-6% contro -8%), mentre si prevede che i prezzi crescano di oltre il 10% da qui al 2020 contro un +4% medio del mercato italiano. Un caso estremo è Londra che ha registrato un inversione di tendenza, cioè un incremento del 20% dei prezzi residenziali (nel periodo precedente alle Olimpiadi del 2012), mentre nel resto del paese l’andamento era stabile al -8%.
Gli effetti nel medio-lungo periodo sono diversificati, e difficili da prevedere, perché sono legati soprattutto alla capacità delle città di mettere in atto trasformazioni di lunga durata. Una grande opportunità è riservata a Matera, nominata città della cultura per il 2019. Questa occasione potrà generare una crescita economia di circa il 2.4%, mentre il settore delle costruzioni potrebbe segnare uno sviluppo del 3.4%. Gli effetti positivi si stanno già facendo sentire: nel 2015 il flusso turistico è cresciuto del 44.4%.
 
Articolo sul Sole 24 Ore del 17 novembre a pagina 25
L’articolo Expo, Olimpiadi e Mondiali: la casa si rivaluta con i grandi eventi? sembra essere il primo su Info Data.

Articoli correlati

  • In 20 anni un lavoratore italiano paga in media 215 euro al mese di tasse in piùJuly 21, 2017 In 20 anni un lavoratore italiano paga in media 215 euro al mese di tasse in più salari Dalle elaborazioni dell’istituto di studi e ricerche Lab della Fisac-Cgil, emerge che dall’accordo del 23 luglio 1993 ad oggi, 24 anni dopo, i salari sono fermi. All’inizio della crisi, nel 2007, il salario reale di fatto era di 30mila euro lordi annui in media ment...
  • Quasi un terzo della popolazione non può interagire online con la Pa localeJuly 24, 2017 Quasi un terzo della popolazione non può interagire online con la Pa locale agenda In quasi due casi su tre gli investimenti in innovazione delle amministrazioni locali sono stabili, più di quattro su dieci hanno in corso almeno un progetto e il 59% dei Comuni ha avviato l’iter per aderire a PagoPa, con in media quattro canali di pagamento per imprese e cit...
  • Dove conviene restare in affitto? La simulazioneJune 22, 2017 Dove conviene restare in affitto? La simulazione Fotografando gli ultimi dati rilevati da Idealista, l’ “indice di mobilità del mercato delle case” ci racconta storie profondamente diverse da città a città. Balza subito all’occhio la maglia nera della classifica: Siena. Nella provincia toscana occorr...
  • Più puntuali i pagamenti tra aziende. Miglior risultato da cinque anniJune 26, 2017 Più puntuali i pagamenti tra aziende. Miglior risultato da cinque anni Secondo l’Osservatorio Cerved nel primo trimestre si conferma il calo del numero di giorni di ritardo: è il livello minimo degli ultimi 5 anni. Tra gennaio e marzo per ricevere il saldo di una fattura sono serviti in media 72,6 giorni rispetto ai quasi 75 dello stesso periodo de...
  • A Milano i prezzi tornano a salire. La fotografia del mercato della casaJune 16, 2017 A Milano i prezzi tornano a salire. La fotografia del mercato della casa Le compravendite residenziali, in salita in tutta Italia con performance differenziate, nel capoluogo lombardo aumentano ormai da tre anni quasi consecutivi. Anche il primo trimestre 2017, secondo i dati dell’Osservatorio dell’agenzia delle Entrate si è chiuso con il segno pi&u...
  • Produzione dell’industria: i livelli pre-crisi restano ancora lontaniJune 13, 2017 Produzione dell’industria: i livelli pre-crisi restano ancora lontani àNel quarto mese dell’anno, l’indice destagionalizzato della produzione industriale ha fatto registrare una diminuzione dello 0,4% rispetto a marzo, mentre nella media del trimestre febbraio-aprile la produzione è diminuita dello 0,1% nei confronti del trimestre preceden...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *