Arte contemporanea e del Medio Oriente al GAM a Milano nel 2018.

La fondazione Solomon R. Guggenheim di New York e UBS hanno deciso che sarà Milano la piazza europea dove atterrerà la mostra Una Tempesta dal Paradiso: Arte Contemporanea del Medio Oriente e Nord Africa, terzo capitolo del programma MAP Global Art Initivative, portato avanti negli ultimi cinque anni dall’istituzione newyorkese in collaborazione con la banca svizzera. Si veda Arte.it.
Sarà infatti la Galleria di Arte Moderna GAM di Milano ad accogliere dall’11 aprile al 17 giugno le opere di 13 artisti, provenienti dal Nord Africa e dal Medio Oriente, già esposte al Guggenheim Museum di New York nell’aprile del 2016. Si veda il Comunicato stampa: Comunicato MAP_GAM_Announcement_IT.
“Il titolo della mostra Una Tempesta dal Paradiso si ispira a un passaggio dell’ultimo saggio del filosofo tedesco Walter Benjamin, “Sul concetto di storia”. Allo stesso tempo è anche il titolo di un’opera centrale all’interno dell’esposizione” affema Sara Raza, curatrice della Guggenheim UBS MAP per il Medio Oriente e il Nord Africa. “Si tratta di una serie di immagini dell’artista iraniano Rokni Haerizadeh, dipinte direttamente su frame estratti da YouTube che mostrano, in ambientazioni differenti, figure le cui teste sono state sostituite da altre teste umane dando vita ad ibridi. Nel clima attuale, il titolo originale di Benjamin evoca poeticamente le implicazioni del passato sul presente. Al contrario, i dipinti di Haerizadeh aprono una più ampia discussione sulla capacità virale ed avvolgente dei media di alterare e manipolare i fatti, ricordando il romanzo distopico di George Orwell, “La Fattoria degli Animali”, una riflessione ironica su ciò che potremmo considerare una nuova “normalità”“.
Occhi puntati dunque sulla produzione artistica proveniente da

Articoli correlati

  • Pubblicato il “Art Basel e UBS Global Art Market Report”March 17, 2018 Pubblicato il “Art Basel e UBS Global Art Market Report” Mercato dell’arte globale in crescita del 12% a circa 63,7 miliardi di dollari, dopo due anni di calo. La Cina supera di poco il Regno Unito come secondo mercato. Gli Stati Uniti mantengono la posizione come il più grande mercato e riguadagnano terreno con un...
  • La collettiva “Looking” a Cape TownApril 10, 2018 La collettiva “Looking” a Cape Town In Sud Africa, grazie a Daniel Hewson che ne è il curatore, oltre che scrittore e artista di Cape Town, in Sud Africa si è aperta la mostra Looking. Una mostra collettiva con dipinti e stampe di Desmond Mnyila, Gerda Nicholson, Qhama Maswana, Sandile Goje e Simone Soutter....
  • Blank Projects di Città del Capo vince l’Armory show Booth Prize.March 19, 2018 Blank Projects di Città del Capo vince l’Armory show Booth Prize. L’Armory Show ha annunciato che che il Blank Project della Cape Town gallery ha vinto il la seconda edizione dell’annuale Armory Show Booth Prize. Il premio riconosce una presentazione eccezionale e innovativa della galleria all’interno della Presents della della fiera, che &egr...
  • Sesta edizione di Cape Town Art Fair. Grazie a Fiera Milano Exhibitions Africa.February 13, 2018 Sesta edizione di Cape Town Art Fair. Grazie a Fiera Milano Exhibitions Africa. Dal 16 al 18 febbraio 2018, la sesta edizione di Cape Town Art Fair (CTAF) tornerà al Centro Congressi Internazionale di Città del Capo (CTICC). Posizionata come la principale fiera d’arte in Africa, CTAF 2018 includerà le gallerie più importanti del Sud Afr...
  • Esther Mahlangu riceve laurea ad honorem.April 17, 2018 Esther Mahlangu riceve laurea ad honorem. La facoltà di arte, design e architettura dell’Università di Johannesburg (FADA) ha conferito un dottorato onorario a uno degli artisti più iconici del Sud Africa, Esther Mahlangu. Viene celebrata in tutto il mondo per il suo talento nell’arte della pittura m...
  • Angelo Morbelli (1854-1919), il caposcuola del Divisionismo italiano a Novara e Vercelli.March 26, 2018 Angelo Morbelli (1854-1919), il caposcuola del Divisionismo italiano a Novara e Vercelli. L’iniziativa, dal titolo Vita in risaia, porterà nelle due città piemontesi altrettanti capolavori di Angelo Morbelli, caposcuola del Divisionismo italiano: Risaiuole (1897) (qui accanto) e Per ottanta centesimi! (1895) (sotto). Il primo appuntamento è in programma alla...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *