Come funziona Hashgraph, la tecnologia che dovrebbe sostituire Blockchain

Con il passare degli anni, sta diventando sempre più evidente quali siano i limiti della blockchain: il registro distribuito, anonimo e crittografato che è alla base dei bitcoin e degli smart contracts di Ethereum. Il primo problema riscontrato da questa tecnologia riguarda la sua lentezza: oggi la blockchain può convalidare non più di 7 transazioni al secondo, ponendo quindi un grosso limite alla sua diffusione (per fare un paragone, un circuito come Visa è in grado di gestire 60mila transazioni al secondo).
Il secondo problema assume addirittura la forma di un dilemma: per aumentare il numero di transazioni convalidate ogni secondo, sarebbe sufficiente aumentare la dimensione dei blocchi che contengono le informazioni crittografate; ma aumentarne la dimensione ha come conseguenza che sempre meno nodi (gli utenti che hanno scaricato il registro sul loro computer) avranno la potenza computazionale necessaria a “minare” sulla blockchain, diminuendo quindi la decentralizzazione che è uno degli aspetti che ne garantisce la sicurezza (a oggi, per esempio, 11mila nodi sono attivi nel registro dei Bitcoin).
La terza questione riguarda il consumo energetico: l’analista Alex de Vries ha stimato che un solo versamento in bitcoin richiede il quantitativo di energia necessario per mantenere un’abitazione per una settimana. Non solo: secondo altri calcoli, l’energia necessaria ogni ora per estrarre Bitcoin equivale al fabbisogno energetico annuo di un paese come l’Ecuador. È evidente che un consumo energetico di questo tipo non può essere sostenibile sul lungo termine, anche perché è destinato ad aumentare sempre di più (ma alcune possibili soluzioni iniziano

Articoli correlati

  • Arrivano i virus miner: sfruttano il tuo computer per estrarre bitcoinMarch 9, 2018 Arrivano i virus miner: sfruttano il tuo computer per estrarre bitcoin Il malware che non ti aspetti entra nel computer e non lo danneggia, né si ruba i tuoi dati, ma come un vampiro gli succhia tutte le risorse, rallentandolo all’inverosimile. Lo scopo? Fare mining di bitcoin e altre criptovalute, a tua insaputa. Sono i virus miner. Che, come i minator...
  • “Bitcoin come una moneta estera”: il Fisco tassa i guadagni da criptovaluteMay 4, 2018 “Bitcoin come una moneta estera”: il Fisco tassa i guadagni da criptovalute Addio paradisi criptofiscali: anche per i bitcoin è venuto il tempo delle tasse, già dalla prossima dichiarazione dei redditi. A dirlo, dopo il grande “boh!” normativo degli ultimi anni, è stata la direzione regionale dell’Agenzia delle entrate della Lombard...
  • Blockchain oltre il bitcoin: 300 progetti a caccia di nuove applicazioniApril 18, 2018 Blockchain oltre il bitcoin: 300 progetti a caccia di nuove applicazioni La blockchain, la tecnologia che sta dietro ai bitcoin, ha enormi potenziali di applicazione. Da tempo se ne sono accorti i vari attori del mondo del business. Dalle banche alle assicurazioni, ai media, alle aziende manifatturiere. Fino all’industria del cibo. Le aziende hanno iniziato a st...
  • L’azionista numero 1 di Uber investe in un nuovo mondiale di calcioApril 13, 2018 L’azionista numero 1 di Uber investe in un nuovo mondiale di calcio Un piano da 25 miliardi di dollari per creare un nuovo torneo di calcio mondiale per squadre appartenenti alla Fifa. Fantacalcio? No, è il progetto di una cordata internazionale capeggiata dal colosso giapponese delle telecomunicazioni SoftBank, già primo azionista di Uber.  Ra...
  • Cos’è il bonus mobili e come lo puoi utilizzareApril 3, 2018 Cos’è il bonus mobili e come lo puoi utilizzare Chiunque abbia iniziato un intervento di ristrutturazione dal primo gennaio 2017 può utilizzare un bonus fiscale per acquistare mobili ed elettrodomestici entro il 31 dicembre prossimo. Si tratta di una detrazione Irpef del 50% su una spesa massima di 10mila euro. L’importo verr&agra...
  • Compri ora, paghi dopo: così l’ecommerce conquisterà nuovi clientiMarch 17, 2018 Compri ora, paghi dopo: così l’ecommerce conquisterà nuovi clienti Le ricadute psicologiche della crisi economica e i nuovi servizi “compra ora, paga dopo“ stanno riscrivendo i comportamenti d’acquisto di migliaia di consumatori, specie nel segmento ecommerce. In collaborazione con banche e rivenditori una nuova ondata di startup fintech puntan...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *