Se Berlusconi è “il presente” e gli italiani il passato

“Io sono il presente” risponde Silvio Berlusconi alle fiacche domande di Fabio Fazio. E così, incredibilmente, scaccia l’effetto Mugabe e schiaccia gli italiani in una situazione surreale a pochi mesi da una tornata elettorale che si preannuncia drammatica.
In quegli 81 anni dell’ex cavaliere c’è dunque un eterno presente: candidabilità o meno, guiderà la coalizione di centrodestra come fosse lui il premier predestinato. Ingannando gli elettori. Come li ha ingannati ieri sera, al solito mistificando i dati, edulcorando i risultati delle precedenti esperienze di governo e solidarizzando in prima serata con un condannato in via definitiva per concorso esterno in associazione mafiosa. Questo, al netto delle storie dell’infanzia, è quello che ci è toccato su Rai1.
Eppure se i tribunali fanno il loro lavoro, gli italiani non sembrano riuscire a condannarlo del tutto. Sui social network, in queste ore, si leggono frasi tipo “siete riusciti a resuscitarlo” e simili. Sembrano provocazioni ma hanno un fondo di verità. Parliamoci chiaro: Berlusconi si è ovviamente resuscitato da solo, con la potenza economica che lo sorregge da decenni e con tutto quello che significa in termini di influenza, clientelismo, anche legittimo magnetismo. Eppure in qualsiasi altra democrazia matura un simile personaggio avrebbe faticato a guadagnarsi diritto di parola dopo le numerose vicende in cui è rimasto impigliato negli anni e di cui spesso è stato regista assoluto. Non da noi, tuttavia, dove continua a controllare enormi ricchezze e la sua figura di imprenditore di successo che stavolta si contrappone ai grillini, gente “che non ha

Articoli correlati

  • Governo, nuovo giro di consultazioniMay 7, 2018 Governo, nuovo giro di consultazioni Il terzo giro di consultazioni inizia lunedì 7 maggio alle 10 e, se si considerano i mandati esplorativi che il presidente della Repubblica Sergio Mattarella ha assegnato alla presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati e quello conferito al presidente della Camera Roberto Fic...
  • Governo e preincarico, chi sarà la lepre di Mattarella?April 11, 2018 Governo e preincarico, chi sarà la lepre di Mattarella? Difficilmente il preincarico spetterà a Luigi Di Maio. Finché non ci saranno i numeri in Parlamento, il rischio è di bruciarsi, nonostante ogni martellante rivendicazione. Per questo venerdì sera Sergio Mattarella metterà quasi sicuramente sul tavolo un’al...
  • Politica e cittadini, se ogni affermazione contiene già la sua inevitabile smentitaMay 31, 2018 Politica e cittadini, se ogni affermazione contiene già la sua inevitabile smentita Che in politica si sostenga tutto e il contrario di tutto è noto. Specialmente da quando le tradizionali aree politiche hanno iniziato a scuotersi sotto le tormente della globalizzazione, dopo la caduta del muro di Berlino e l’avvento di schieramenti e movimenti nuovi (solo in appare...
  • Chi era Salvatore LigrestiMay 16, 2018 Chi era Salvatore Ligresti Salvatore Ligresti, l’immobiliarista e finanziere morto ieri a 86 anni, ha passato la prima parte della sua vita ad accumulare miliardi attraverso dubbie scalate finanziarie e la seconda a continuare ad accumularli per poi esserne del tutto spossessato dalle condanne giudiziarie. L&rsq...
  • Consultazioni, se dal fumo nero del Colle si intravedono le elezioniApril 5, 2018 Consultazioni, se dal fumo nero del Colle si intravedono le elezioni Oggi al Colle si entra nel vivo, con i gruppi parlamentari più consistenti. Forse già stasera, in chiusura del primo giro di consultazioni, il presidente della Repubblica farà il punto su quanto leader e capigruppo gli hanno raccontato nelle ultime 48 ore. Il quadro è ...
  • Il governo Conte incassa la fiducia del SenatoJune 6, 2018 Il governo Conte incassa la fiducia del Senato Le votazioni al Senato si sono chiuse alle 20:36 di martedì 5 giugno, 10 minuti per lo scrutinio e poi l’esito: 171 voti a favore, 117 contrari, 25 astenuti, rispettando così i pronostici della vigilia. Archiviata la pratica fiducia al Senato, l’appuntamento con la Camer...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *