Approvata la prima pillola digitale che dice al tuo medico se segui la terapia

L’occhio del Grande Fratello anche sulla nostra salute? La Food and drugs administration (Fda) statunitensi ha appena approvato la commercializzazione di Abilify MyCite, un farmaco per la terapia di alcuni disturbi psicotici – come schizofrenia e depressione grave – abbinato a un sensore biocompatibile. In pratica, se la pillola viene ingerita, il sensore trasmette un segnale che permette al medico o ai familiari di verificare che il paziente segua le cure prescritte.
Si tratta del primo traguardo di una tecnologia che potrebbe apportare notevoli vantaggi sul fronte della non aderenza alla terapia (cioè quando il paziente non prende i farmaci o non segue bene le indicazioni del medico), un fenomeno che negli Stati Uniti costa circa 100 miliardi di dollari all’anno perché comporta un aumento dei ricoveri o di interventi aggiuntivi che avrebbero potuto essere evitati.
Abilify MyCite
Abilify MyCite è frutto della collaborazione tra Otsuka, il produttore di Abilify (un normale farmaco per il trattamento di disturbi psicotici), e Proteus Digital Health, la società californiana che ha creato il sensore. La chiamano pillola digitale perché il sensore biocompatibile – costituito da rame, magnesio e silicio – è in grado di generare un segnale elettrico quando entra in contratto con i fluidi dello stomaco di una persona. “Proprio come una batteria di patate”, spiega Andrew Thompson, presidente e direttore generale di Proteus. Il sistema prevede che il paziente indossi sulla parte sinistra della gabbia toracica un patch, una specie di cerotto dotato di batteria in grado di captare il segnale elettrico, che il

Articoli correlati

  • Droghe, non c’è nessun caso di morte per overdose da marijuanaNovember 17, 2017 Droghe, non c’è nessun caso di morte per overdose da marijuana Sulla stampa statunitense in questi giorni si sta discutendo della morte avvenuta nel 2015 di un bambino di 11 mesi a seguito di una miocardite (infiammazione del cuore). Al di là della tragedia per la perdita di un bimbo così piccolo, cosa c’è di anomalo? Presto detto:...
  • Merck for Health: i vincitoriNovember 7, 2017 Merck for Health: i vincitori Ben 120 iscritti, 17 team, 32 mentor, 11 speaker: sono questi i numeri di Merck for Health, l’hackathon dedicato all’innovazione tecnologica in campo healthcare che si è appena conclusa a Roma. Le squadre vincenti sono state Kronos DNA, Next Capodarco e Pedius. L’evento M...
  • Obesità, alzare di poco i prezzi delle bevande zuccherate ne diminuisce davvero il consumoOctober 17, 2017 Obesità, alzare di poco i prezzi delle bevande zuccherate ne diminuisce davvero il consumo Aumentare il prezzo delle bevande zuccherate, per diminuirne la vendita. A riuscirci è stata una catena di ristoranti italiani del Regno Unito, Jamie’s Italian, che ha aumentato leggermente il costo delle bevande zuccherate, notando un successivo calo delle vendite. Un’operazio...
  • Terapie alternative per smettere di fumare, ancora nessun dato concretoNovember 22, 2017 Terapie alternative per smettere di fumare, ancora nessun dato concreto Chi ci è passato lo sa: smettere di fumare è una delle conquiste più difficili nella vita di una persona. Sarà per questo che, accanto a iter più tradizionali (farmaci, gruppi di supporto, counselling) si ricorre sempre più spesso ai metodi alternativi: d...
  • Il Regno Unito vuole mettere al bando l’omeopatia: “non funziona”December 1, 2017 Il Regno Unito vuole mettere al bando l’omeopatia: “non funziona” La notizia era già nell’aria dallo scorso luglio, ma ora è ufficiale: l’omeopatia, insieme ad altri rimedi alternativi (e non solo), è stata inserita nella lista nera delle prescrizioni rimborsabili dal sistema sanitario nazionale inglese. Così dice il resp...
  • Usa, un altro essere umano con il dna modificato direttamente dentro il suo corpoNovember 15, 2017 Usa, un altro essere umano con il dna modificato direttamente dentro il suo corpo Tra tre mesi sapremo realmente com’è andato. E a detta degli autori di questo primo esperimento, sarebbe la prima volta nella storia in cui è stato modificato il dna di un paziente direttamente all’interno del suo corpo e in maniera estremamente specifica. A condurlo son...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *