(Foto: flickr)Lo scorso 17 ottobre la presidente della camera Laura Boldrini era ritornata sul progetto #BastaBufale, nato con l’obiettivo di sensibilizzare i giovani italiani e insegnare loro a riconoscere le notizie vere da quelle false.
Sull’iniziativa si era concentrato anche il New York Times che aveva enfatizzato la bontà di un progetto formativo che sarebbe entrato in diverse scuole italiane in favore di circa 4,2 milioni di studenti che frequentano le scuole medie e le superiori. Una forma di educazione civica battezzata con il nome di #BastaBufale.
Il progetto inizia il 31 ottobre, con la benedizione del ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (Miur). Il decalogo da somministrare ai giovani è pronto, nato in collaborazione con Facebook, Google, Rai, lo stesso Miur, la Federazione italiana editori giornali (Fieg), Confindustria e il debunker Paolo Attivissimo.
Le 10 regole
Condividi solo notizie verificate
Usa internet per verificare le notizie
Chiedi fonti e prove
Chiedi aiuto agli esperti
Ricorda che internet e i social network sono manipolabili
Riconosci i vari tipi e gli stili delle notizie false
Hai un potere enorme, usalo bene
Dai il buon esempio: non lamentarti del buio ma accendi la luce
Impara a riconoscere gli odiatori e i provocatori seriali
Ricorda che il tuo clic ha un valore
Il richiamo alle responsabilitàLaura Boldrini, oggetto in passato di campagne di odio, come riferisce Repubblica ha scritto a Mark Zuckerberg chiedendogli maggiore vigilanza per i contenuti creati, postati e condivisi dagli italiani perché “trenta milioni di utenti in Italia meritano un investimento maggiore da parte dell’azienda”.
Piccoli debunker cresconoLaura Boldrini e Valeria Fedeli hanno scelto

Articoli correlati

  • La street art promuove la gentilezza su InstagramNovember 14, 2017 La street art promuove la gentilezza su Instagram Alice Pasquini per #KindCommentsWall di InstagramInstagram ha fatto della “tranquillità” della sua community un punto di forza: non perché non conti signori “misusers”, cioè quelli che la usano in modo improprio, ma perché è riconosciuta ...
  • Laura Boldrini lancia l’ora antibufale nelle scuoleOctober 23, 2017 Laura Boldrini lancia l’ora antibufale nelle scuole (Foto: Fabio Cimaglia/LaPresse)Un esperimento anti fake news in 8mila scuole italiane. Svelato al New York Times, che alle bufale e all’amore degli italiani – e dei politici – per cospirazioni, dietrologismi e panzane ha dedicato un lungo articolo. Nel quale, a dire il vero, si ...
  • Facebook blocca l’account delle foto fake del funerale di RiinaNovember 23, 2017 Facebook blocca l’account delle foto fake del funerale di Riina «Il profilo “Mario De Luise”, che aveva condiviso una foto su un membro del Governo italiano, è stato rimosso per continue e ripetute violazioni degli Standard della Comunità di Facebook. Questo ha quindi determinato la rimozione dello stesso post in questione&raq...
  • Terrorismo, i big hi-tech al G7: così contrasteremo la cyberpropagandaOctober 20, 2017 Terrorismo, i big hi-tech al G7: così contrasteremo la cyberpropaganda È stata ribattezzata cyber propaganda, e racchiude l’insieme di pratiche terroristiche che entità come l’esercito islamico diffondono attraverso il web. La Rete che diventa strumento, veicolo. La Rete che annienta le distanze, con Raqqa che diventa Bruxelles, Parigi, Ni...
  • Fake news, una proposta di legge prevede 5 milioni di euro di multa per chi non le rimuoveNovember 15, 2017 Fake news, una proposta di legge prevede 5 milioni di euro di multa per chi non le rimuove (Foto: flickr.)Le piattaforme che non eliminano notizie che i tribunali stabiliscono essere false o che non rimuovono contenuti che incitano all’odio in qualsiasi sua forma possono essere soggette a una multa fino a 5 milioni di euro. Questa in sintesi la proposta di legge presentata dalla ...
  • Femminicidio, ci sono state 114 vittime nel 2017November 23, 2017 Femminicidio, ci sono state 114 vittime nel 2017 Sono 114 le donne vittime di omicidio volontario nei primi 10 mesi del 2017, un dato in linea con quanto accaduto nel 2016. Lo sostiene il quarto rapporto Eures sul femminicidio in Italia, reso pubblico pochi giorni prima del 25 novembre, il giorno in cui si celebra la giornata internazionale ded...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *