dioendenti
Dopo settimane di trattative sottotraccia e di ipotesi alternative, il rinnovo dei contratti nel pubblico impiego si porta dietro un effetto collaterale positivo anche per i dipendenti del mondo privato: almeno per quelli che dichiarano qualcosa più di 24mila euro senza però superare i 26.500 euro di reddito lordo all’anno. Anche loro, infatti, potranno beneficiare dell’ampliamento del raggio d’azione del bonus Renzi, gli 80 euro netti al mese che hanno aumentato i soldi a disposizione dei lavoratori con redditi medio-bassi ma hanno complicato i calcoli dei rinnovi contrattuali.
Ma sul piano sostanziale è importante partire dalla fine. La legge di bilancio alza di 600 euro il livello iniziale e quello finale del «decalage», cioè la fascia in cui all’aumentare del reddito lordo dichiarato diminuisce l’importo del bonus a cui si ha diritto. Prima la discesa progressiva da 80 euro a zero partiva da 24mila euro e terminava a 26mila euro; dal 2018 l’aiuto comincerà ad alleggerirsi a partire dai redditi da 24.600 euro, e scomparirà da quota 26.600 euro.
Articolo sul Sole 24 Ore del 31 ottobre 2017
L’articolo Lavoratori dipendenti, cosa cambia in busta paga sembra essere il primo su Info Data.

Articoli correlati

  • Stipendio, da luglio si cambia: stop alla busta paga in contantiJune 18, 2018 Stipendio, da luglio si cambia: stop alla busta paga in contanti Dopo le dichiarazioni rilasciate nei giorni scorsi dal ministro dell’Interno Matteo Salvini durante l’assemblea di Confesercenti, in Italia si è tornato a discutere dell’opportunità o meno di porre un limite all’uso dei contanti. Un’idea che sembra divi...
  • Ryanair, tutto sugli scioperi di luglioJuly 6, 2018 Ryanair, tutto sugli scioperi di luglio Il mese di luglio potrebbe rivelarsi tutt’altro che semplice per Ryanair e per i suoi passeggeri. In questi giorni è infatti stata annunciata una serie di scioperi che andrà inevitabilmente a impattare sul regolare servizio della compagnia aerea low cost, creando inevitabili d...
  • Nuovi contratti a termine nel Decreto dignità: come funzionanoJuly 16, 2018 Nuovi contratti a termine nel Decreto dignità: come funzionano Cambiano i contratti a termine. È uno degli obiettivi del Decreto dignità, pubblicato la scorsa settimana è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale (decreto legge 12 luglio 2018, n.87). Con esso sono entrate in vigore le nuove “disposizioni urgenti per la dignità ...
  • Decreto dignità, cosa cambia per i contratti a termineJuly 3, 2018 Decreto dignità, cosa cambia per i contratti a termine (Immagine: pixabay/CC)Nella serata di ieri è arrivato il via libera del Consiglio dei ministri al Decreto Dignità. Il primo passo del governo, come affermato dal ministro dello Sviluppo economico e del Lavoro, Luigi Di Maio, nella direzione di una guerra alla precarietà....
  • Addio Quantitative easing: cosa cambia per mutui, prestiti e debitoJune 18, 2018 Addio Quantitative easing: cosa cambia per mutui, prestiti e debito Mario Draghi, presidente della BceSarà uno stop graduale, ma la strada è segnata. La Banca centrale europea dal primo gennaio 2019 smetterà di acquistare titoli di Stato emessi dai paesi dell’unione monetaria. Festa finita e addio al Quantitative easing. Il program...
  • Concorsone per Dirigenti Scolastici: non una domanda sull’educazioneJuly 27, 2018 Concorsone per Dirigenti Scolastici: non una domanda sull’educazione Il 23 luglio si è tenuta la fase pre-selettiva del concorsone per Dirigenti Scolastici organizzato dal Miur: una prima scrematura che selezionerà circa 9000 candidati di tutta Italia che accederanno alle fasi successive per conquistare uno dei 2500 posti di prestigio nella pubblica ...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *