(foto via Pixabay)Sono 16 i farmaci il cui brevetto andrà in scadenza entro la fine del 2017 e la competizione con i corrispettivi equivalenti e biosimilari dovrebbe far risparmiare sia ai pazienti sia al Sistema sanitario nazionale qualcosa come 600mila euro. La lista dei brevetti in scadenza, resa nota da Assogenerici (l’organo di rappresentanza ufficiale dell’industria dei farmaci generici equivalenti e biosimilari in Italia), comprende prevalentemente farmaci di classe A, ma ci sono anche due farmaci di classe H e due di classe C, tra cui il costoso ma assai utilizzato Cialis.
Ecco la lista dei brevetti in scadenza:
Rosuvastatina (Crestor) – diffusissimo anti-colesterolo
Rupatadina (Pafinur) – antistaminico
Olmesartan (Olmetec) – anti-ipertensivo
Dutasteride (Avodart/Duagen) – farmaco per i problemi di prostata
Tadalafil (Cialis) – trattamento delle disfunzioni erettili
Bimatoprost – trattamento del glaucoma
Caspofungin – anti-micotico, viene utilizzato nelle candidosi per esempio
Bosentan – vasodilatatore
Ertapenem – antibiotico
Tramadolo + paracetamolo – analgesico, combatte il dolore
Etoricoxib – antinfiammatorio
Tigeciclina – antibiotico
Pegfilgrastim (Neulasta) – trattamento della neutropenia indotta dalla chemioterapia
Abatacept (Orencia) – immunosoppressivo
Olopatadina – anti-allergico
Valganciclovir – antivirale
Assogenerici stima che la decadenza dei brevetti possa portare a un abbassamento dei prezzi fino al 60% sul costo dell’originale, che, su un mercato che oltrepassa il miliardo di euro, corrisponderebbero a un risparmio di 600mila euro, a giovamento sia dei pazienti sia del Sistema sanitario nazionale.
Ci si augura, insomma, soprattutto per Cialis e Crestor, che si replichi la situazione che l’anno passato si è verificata con Imatinib, il principio attivo di uno dei primi “anticancro intelligenti”. Se infatti il costo di una pastiglia del farmaco originale

Articoli correlati

  • I numeri dei trapianti in ItaliaSeptember 28, 2017 I numeri dei trapianti in Italia Rene, fegato, cuore, polmone e pancreas: sono questi i trapianti più frequenti i cui numeri, soprattutto in Italia, sono in crescita. Ma è importante ricordare che non nel 100% dei casi questi interventi salvavita vanno a buon fine, dato che si tratta di operazioni che salvano molte...
  • Violenza sessuale, il passaporto dei violentatori non c’entra. Ecco i datiSeptember 21, 2017 Violenza sessuale, il passaporto dei violentatori non c’entra. Ecco i dati Lo suggeriva il buon senso, lo conferma la statistica: non c’è alcuna relazione tra il passaporto e lo stupro. Detto altrimenti, non c’è una nazionalità, un’etnia, la si chiami come si vuole, per cui la violenza sessuale è più frequente che in ...
  • Quante tasse si pagano in Italia? Ecco la mappaSeptember 26, 2017 Quante tasse si pagano in Italia? Ecco la mappa Con il susseguirsi dei governi c’è una promessa che non viene mai meno, quella di una minore pressione fiscale per persone e aziende a vantaggio del rilancio dell’economia. Una teoria molto semplice secondo cui, lasciando più denaro nelle tasche dei consumatori, questi s...
  • Occupazione, imprese ad alta crescita? Italia agli ultimi posti in EuropaNovember 6, 2017 Occupazione, imprese ad alta crescita? Italia agli ultimi posti in Europa L’Eurostat le definisce imprese ad alta crescita. Sono cioè quelle aziende che nell’ultimo triennio hanno aumentato ogni anno i dipendenti di almeno il 10%. E che davano lavoro a più di 10 persone quando è iniziata l’analisi. Un indicatore, in altre parole, ...
  • Lo strano caso dei dati sanitari degli italiani alle multinazionaliDecember 6, 2017 Lo strano caso dei dati sanitari degli italiani alle multinazionali La legge europea 2017 pubblicata la scorsa settimana in Gazzetta Ufficiale, il provvedimento annuale con cui il Parlamento recepisce le numerose norme approvate su scala continentale armonizzandole col nostro ordinamento, entrerà in vigore il 12 dicembre prossimo. Questa legge inseris...
  • Turismo: tutti i numeri degli agriturismi italiaOctober 27, 2017 Turismo: tutti i numeri degli agriturismi italia Sono quasi 23mila su tutto il territorio nazionale, in costante crescita nell’ultimo decennio. E, solo lo scorso anno, hanno accolto qualcosa come 12,1 milioni di ospiti. Sono gli agriturismi italiani, una formula che sta contribuendo a sostenere il turismo nelle zone di montagna e di colli...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *