Slam, le nuove rotte di un brand spinto dal vento

In mare, soprattutto quando si gareggia, i dettagli sono destinati a fare la differenza: discorso che vale per le barche ma anche per l’abbigliamento tecnico, a cui si chiede comfort ma anche prestazione. Anche le cerate possono diventare parte della grande narrazione dei successi e delle sconfitte e, all’ultima Barcolana tenutasi a Trieste l’8 ottobre, lo storico brand dell’abbigliamento nautico Slam ha portato a casa l’unico risultato che conta quando si compete: la vittoria.
Slam, oltre a sponsorizzare la 49esima edizione della regata velica triestina, vestiva il difensore del titolo Furio Benussi e il suo equipaggio, che si sono imposti nella gara a bordo dello Spirit of Portopiccolo, bissando il successo della precedente edizione in una manifestazione a cui erano iscritte nel 2017 ben 2101 barche, cifra record.
Campo di gara decisamente affollato – ma questa dopotutto è il tratto distintivo dell’evento- e la stessa Slam era partner tecnico di altri team, per un appuntamento che segna il culmine della stagione per chi fa vela e in cui il brand genovese è approdato con la sua nuova brand identity, ma anche con le sue collezioni tecniche, la nuova Wind-D, la BeLeave e la capsule Barcolana 49. Il 2017 ha visto il marchio nato nel 1979 entrare del tutto in una nuova era, dopo il controllo totale acquisito dalla Finsea Group, e vivere cambiamenti in alcuni aspetti identitari: in primis il logo, dove alla scritta Slam si affianca il simbolo Spin, una composizione in rosso con due quadrati ispirati alle bandiere dei campi

Articoli correlati

  • Slam, tecnologia e innovazione per la collezione Win-DNovember 16, 2017 Slam, tecnologia e innovazione per la collezione Win-D Per chi fa vela l’innovazione sul fronte dell’abbigliamento tecnico conta, quasi quanto quella delle imbarcazioni: i capi che un velista sceglie di indossare non sono un dettaglio, ma parte integrante della sfida che affronterà in mare. Muoversi più liberamente o godere ...
  • Casio Pro Trek, l’alleato perfetto per gli alpinistiOctober 6, 2017 Casio Pro Trek, l’alleato perfetto per gli alpinisti Il Casio Pro Trek PRW-3500CAI è l’orologio ideale per le attività outdoor che offre specifiche funzioni per chi pratica sport e in particolare l’escursionismo ad alta quota: la ricarica solare per un’energia inesauribile, l’altimetro fino a 10mila metri e l&r...
  • Queste sneaker Reebok sono dedicate a Stranger Things e a GhostbustersOctober 27, 2017 Queste sneaker Reebok sono dedicate a Stranger Things e a Ghostbusters L’approdo su Netflix della seconda stagione di Stranger Things significa che molti (moltissimi) fan della serie trascorreranno un fine settimana di assoluto binge watching. Ma per chi ancora non dovesse averne abbastanza di demoni, dimensioni parallele e atmosfere anni ’80 a...
  • I migliori zaini per andare a lavoroOctober 9, 2017 I migliori zaini per andare a lavoro La ventiquattrore fortunatamente ha i giorni contati, e così ecco che è lo zaino a emergere come nuova borsa d’elezione anche per gli uomini d’affari. Complice la Silicon Valley e l’ascesa di nuovi business man più giovani e informali (e nerd), lo zaino si s...
  • Storia e spostamenti delle franchigie NBAOctober 20, 2017 Storia e spostamenti delle franchigie NBA La NBA è una delle poche leghe professionistiche su scala globale capace negli ultimi due decenni di crescere continuamente sia in popolarità, sia nel volume di affari. La stagione scorsa è scattato il nuovo accordo per i diritti tv, che per i prossimi nove anni porterà...
  • A Copenaghen il termovalorizzatore diventa una pista da sciDecember 12, 2017 A Copenaghen il termovalorizzatore diventa una pista da sci Costruire un termovalorizzatore nel bel mezzo di un’area verde interamente dedicata allo sport e al benessere può sembrare una contraddizione. Ma non se ci si trova in Danimarca, e se dietro l’intero progetto c’è la firma del prestigioso studio d’architettura...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *