Perché il Monopoli è stato concepito per essere il gioco più frustrante del mondo

Trovarsi con amici o parenti per giocare una partita di Monopoli non è un buon modo per stare insieme o per rilassarsi in compagnia. In altri termini: innervosirsi e sentire un sentimento di frustrazione mentre si compete al gioco da tavolo più famoso del mondo è una cosa normalissima; anzi, è nato proprio per questo scopo.
La storia del Monopoli inizia a Washington DC nel 1903 (cioè ben 30 anni prima che venisse registrato il brevetto dell’attuale versione del game), quando una donna di nome Elizabeth Magie inventò un gioco da tavolo denominato “The Landlord’s Game”, ossia il gioco del proprietario terriero. La struttura dell’invenzione della signora Magie è, infatti, decisamente simile a quella del classico Monopoli, con un tabellone quadrato con 40 caselle, proprietà da acquistare, tasse e multe da pagare e perfino già l’angolo della prigione. In base al risultato dei dadi si avanzava con le pedine ed iniziava il divertimento per i partecipanti; peccato che far divertire era l’ultimo degli obiettivi di Elizabeth.
Lo scopo vero di Magie era trasmettere una panoramica dei problemi causati dalla gestione del denaro agli inizi del ‘900, e le implicazioni negative provocate dall’accumulo di capitale. “È una dimostrazione pratica del sistema attuale di land grabbing con tutti i suoi risultati e le conseguenze”, dichiarò la stessa Magie ad una rivista politica, secondo quanto riportato da The Guardian. “Potrebbe anche essere stato chiamato il ‘Gioco della Vita’, in quanto contiene tutti gli elementi di successo e fallimento nel mondo reale, e lo scopo è lo stesso

Articoli correlati

  • È in arrivo il Monopoly di Stranger ThingsOctober 16, 2017 È in arrivo il Monopoly di Stranger Things Manca ormai soltanto una manciata di giorni all’approdo su Netflix della seconda stagione di Stranger Things, la serie fantascientifica ispirata agli anni ’80 divenuta un vero e proprio cult internazionale. E così, in attesa di rivedere sullo schermo le avventure di Mike Wheele...
  • Philips: dati, wearable e connettività cambieranno l’assistenza sanitariaSeptember 15, 2017 Philips: dati, wearable e connettività cambieranno l’assistenza sanitaria Siete seduti in una sala d’aspetto. Insieme a voi, decine di persone sono lì per la stessa ragione: vedere un medico. Ed esattamente come voi, aspetteranno a lungo per essere visitate, magari dopo una levataccia, dopo aver guidato nel traffico. E magari per sentirsi dire che servono ...
  • HoloPlayer One, il proiettore per ologrammi interattiviNovember 28, 2017 HoloPlayer One, il proiettore per ologrammi interattivi Quando parliamo di ologrammi ormai il primo pensiero che fa capolino in testa riguarda il visore HoloLens di Microsoft, ma il gadget per la realtà aumentata del gruppo di Redmond non è l’unica applicazione esistente che fa leva su questo concetto; una delle ultime idee arriva ...
  • Diesel On Full Guard, lo smartwatch che personalizza la Android experienceNovember 13, 2017 Diesel On Full Guard, lo smartwatch che personalizza la Android experience Se la storia di un marchio come Diesel si muove per tappe iconiche, il 2017 sarà certamente ricordato come un anno importante, che ha visto approdare la casa veneta su un segmento di mercato affollato, quello degli smartwatch con tecnologia Android Wear 2.0, da presidiare con la propria vo...
  • Sony potrebbe far rinascere Aibo, il cane robotOctober 27, 2017 Sony potrebbe far rinascere Aibo, il cane robot Aibo è vivo e gioca insieme a noi. Primo esempio di robot casalingo, il cagnolino di Sony sembrava perso per sempre ma ora i giapponesi sono pronti a farlo tornare. Stando al Wall Street Journal, Sony avrebbe in serbo una nuova versione del cagnolino più adatta ai nostri t...
  • Cosa ci raccontano i nuovi spot di Apple per il Watch 3September 14, 2017 Cosa ci raccontano i nuovi spot di Apple per il Watch 3 Nel keynote di martedì, oltre al lancio degli iPhone 8 e dell’iPhone X, la prima parte della presentazione è stata dedicata all’Apple Watch. Ed è proprio sull’ultima grande innovazione dell’azienda di Cupertino che si sta concentrando la comunicaz...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *