(Foto: pixabay.com)La vicepresidente del gruppo Pd alla Camera Alessia Morani ha depositato questa mattina una proposta di legge per abolire la tariffazione a 28 giorni imposta dagli operatori di telefona fissa e di pay tv, chiedendo al Parlamento di intervenire con rapidità.
Il testo non disciplina solo la fatturazione mensile ma consegna maggiori poteri alle autorità di vigilanza, aumentando anche gli importi delle sanzioni che queste possono elevare e mettendole in condizione di esigere la restituzione degli importi che gli operatori hanno percepito non osservando la nuova fatturazione quando diventerà effettiva.
Un intervento che si sovrappone a quello con cui, a metà del mese di settembre appena trascorso, il commissario Francesco Posteraro dell’Autorità per le garanzie nelle telecomunicazioni (Agcom) ha deciso di avviare un procedimento contro gli operatori di telefonia mobile, un contesto diverso ma un segnale chiaro per la tutela dei consumatori.
Alessia Morani ha commentato “proponiamo una rimodulazione delle sanzioni e un loro aggiornamento, visto che in vent’anni gli introiti delle compagnie sono significativamente saliti e oggi le sanzioni non fungono più da deterrente“, rimodulazione che prevede multe da 500 mila a 5 milioni di euro. Inoltre, e solo per quegli operatori che incapperanno nelle ammende, sono previsti rimborsi per i clienti non inferiori ai 50 euro.
Sorridono le associazioni in difesa dei consumatori che da tempo portano avanti battaglie simili anche nei confronti degli operatori di telefonia mobile e, anche in questo ambito, la Camera si sta muovendo verso qualcosa di concreto.
Michele Meta, presidente Pd della commissione Trasporti, poste e telecomunicazioni della Camera,

Articoli correlati

  • Concorrenza: da Uber alle farmacie, una legge senza contenutoAugust 3, 2017 Concorrenza: da Uber alle farmacie, una legge senza contenuto Già un dato parla chiaro: un intervento che dovrebbe essere approvato ogni anno ne ha impiegati quasi tre per passare le forche caudine degli interessi incrociati che penetrano Camera e Senato. Solo questo basterebbe per darne un giudizio in chiaroscuro. Ma anche volendo entrare nel dettag...
  • A giugno cala la disoccupazione, bene le donneJuly 31, 2017 A giugno cala la disoccupazione, bene le donne (foto: Getty Image)Una lieve crescita degli occupati, “interamente dovuta alla componente femminile”: così l’Istat analizza i dati sull’occupazione a giugno 2017, stimando che gli occupati siano cresciuto dello 0,1% rispetto a maggio (+23 mila), con un recupero parz...
  • Corrotti al pari di mafiosi, che cosa dice la nuova legge antimafiaSeptember 29, 2017 Corrotti al pari di mafiosi, che cosa dice la nuova legge antimafia (Foto: Camera dei deputati)La Camera fa ha approvato il ddl di modifica al Codice delle norme antimafia e delle misure di prevenzione (259 voti favorevoli, 107 quelli contrari). La polemica non si placa e, in verità, non ha mai abbandonato il disegno di legge nemmeno durante le sue primiss...
  • In Italia arriva la laurea in Internet of thingsAugust 11, 2017 In Italia arriva la laurea in Internet of things (Foto: Getty Images)Data scientist, business analyst, sviluppatori di applicazioni web e mobile. E ancora, big data architect, digital copywriter e digital advertiser. Sono i lavori più richiesti, anche nel nostro paese. Eppure, in Italia, il 22% delle posizioni aperte nel settore digitale...
  • Samsung aggiorna The Frame: il tv che sembra un quadro arriva a 43 polliciSeptember 5, 2017 Samsung aggiorna The Frame: il tv che sembra un quadro arriva a 43 pollici Berlino — Facile dire che i nuovi tv sono dei quadri animati, delle cornici con contenuti mobili. Samsung ha preso la metafora in parola con The Frame, il televisore quadro che qui all’IFA si è presentato in un nuovo formato. Il nuovo Frame Tv da 43 pollici va quindi ...
  • Perché le televisioni sono contro la riforma delle “fiction” di FranceschiniSeptember 20, 2017 Perché le televisioni sono contro la riforma delle “fiction” di Franceschini Il ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini (Foto: flickr.com)Il documento dovrebbe arrivare sul tavolo del consiglio dei ministri dopodomani. Porta la firma del ministro dei Beni culturali, Dario Franceschini, e contiene la proposta di raddoppiare gli investimenti e la programmazione di p...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *