40 sono i nuovi 20, Hollywood ha smesso di rischiare?

C’era una volta la commedia romantica americana. Senza scomodare Billy Wilder, pensiamo al tipico prodotto medio degli ultimi decenni, di incasso semi-sicuro, con pochi rischi narrativi e schemi ricorrenti collaudati. Ingredienti di base: una trama semplice ma efficace, una protagonista tendenzialmente bionda (prima Meg Ryan, poi Cameron Diaz, in questo caso Reese Whiterspoon) e una spruzzata di scenari californiani per dare quel tocco di incanto in più.

La regista Hallie Meyers-Shyer, figlia d’arte di Nancy Meyers e Charles Shyer, recupera questi ingredienti e li mescola nella sua opera d’esordio 40 sono i nuovi 20, dimenticando però a casa un barlume di originalità. Sulla carta, e sul trailer, sembrerebbe una commedia goliardica su una Peter Pan in gonnella, magari un confronto sentimentale tra una “milf” e un “toy boy”, invece siamo di fronte alla classica storia di coronamento duplice del sogno americano. Da una parte un ragazzino che insieme ai suoi amici sogna di lavorare nel mondo del cinema, dall’altra una donna sulla via del divorzio che sogna una nuova felicità. Arriverà grazie all’incontro casuale con il giovane aspirante regista interpretato da Pico Alexander, una faccia troppo perbene per incarnare la tentazione e la malizia di uno che a 27 anni dovrebbe convincere una mamma a perdere la testa per lui (sarebbe stato più credibile uno a caso dei protagonisti di Posh, per dire).

Lontano mille miglia dalle riuscite commedie sentimentali della compianta Nora Ephron, ma anche dai prodotti commerciali ma gustosi firmati dai suoi genitori (da What Women Want a È complicato),

Articoli correlati

  • Tanta azione e personaggi da Cenerentola, Hollywood e il pubblico asiaticoJune 12, 2018 Tanta azione e personaggi da Cenerentola, Hollywood e il pubblico asiatico La prima volta che ci siamo accorti di cosa fosse un “film mondiale” è stato 9 anni fa, con Avatar. Il film di James Cameron è stato il primo pensato per tutto il mondo, il primo pensato per avere quanti meno riferimenti nazionali possibili, con una trama sufficientement...
  • Solo: A Star Wars Story non sembra nemmeno un film di Guerre StellariMay 16, 2018 Solo: A Star Wars Story non sembra nemmeno un film di Guerre Stellari I film di Guerre Stellari sono tutti condannati all’eccellenza. Non possono essere meno che fantastici, devono tenere alta una bandiera issata per la prima volta nel 1977 e da allora diventata mitologia. Devono ogni volta essere un evento memorabile. Si tratta di una condanna ingiusta (volu...
  • Rampage, ennesimo film cucito addosso a The Rock, ma va bene cosìApril 12, 2018 Rampage, ennesimo film cucito addosso a The Rock, ma va bene così Ci deve evidentemente essere un film della Asylum dietro Rampage. La Asylum è la casa di produzione diventata nota con la serie Sharknado che regolarmente sforna film a budget inesistenti, destinati al mercato televisivo o home video, che se non copiano grandi blockbuster (come fanno Trans...
  • I, Tonya ti spezza il cuore (e le gambe)March 28, 2018 I, Tonya ti spezza il cuore (e le gambe) Per essere un film prodotto dalla sua stessa protagonista, ovvero Margot Robbie, I, Tonya stranamente punta poco su di essa. Purtroppo. Nella vera storia della pattinatrice americana Tonya Harding e della sua carriera nello sport professionistico, da outsider totale fino al clamoroso incidente oc...
  • Il tuttofare rivela il nuovo talento della commedia italianoApril 18, 2018 Il tuttofare rivela il nuovo talento della commedia italiano Già dopo 20 minuti dall’inizio di Il tuttofare è evidente che siamo nello stesso mondo di Smetto quando voglio, che chi ha scritto questo film è la stessa persona che aveva messo mano all’esordio di Sydney Sibilia. E infatti Valerio Attanasio, qui sia sceneggiator...
  • Don Quixote, Terry Gilliam dovrà risarcire il produttoreJune 18, 2018 Don Quixote, Terry Gilliam dovrà risarcire il produttore Un’odissea che sembra davvero infinita, ma che pare non impedirà del tutto al film di uscire nelle sale: quella di The Man Who Killed Don Quixote, film feticcio su cui il regista Terry Gilliam ha lavorato per decenni, è una storia fitta di imprevisti e problemi. Ultima in ordi...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *