Bacio feroce, l’ultimo libro di Roberto Saviano ci riporta all’inferno

Lo scrittore di Gomorra vive sotto scorta dal 2006 a causa delle minacce di morte ricevute dai boss di camorra indispettiti dal successo del romanzo e dalla spregiudicatezza dell’autore. Da allora non si è limitato a denunciare pubblicamente le dinamiche mafiose che governano la sua terra di origine, Napoli, ma è diventato una voce di riferimento, studiando  il narcotraffico internazionale (di cui ha scritto in ZeroZeroZero, libro ritrovato nel covo di El Chapo, signore della droga messicano) e le vite dei boss (che oggi racconta nel programma Kings of Crime, in onda ogni mercoledì sul canale Nove).

A torto o a ragione ha spesso criticato la nostra politica interna, senza mai curarsi del consenso ma affermando candidamente le proprie idee. Da tempo si sta tenacemente battendo per lo Ius soli, la legge che garantirebbe la cittadinanza italiani agli immigrati di seconda generazione. In un momento in cui gli stranieri rappresentano l’anello più debole della nostra società, che li ritiene spesso tra i principali responsabili del nostro declino socio-economico, l’emendamento risulta talmente impopolare da non essere sostenuto neanche da quei partiti politici storicamente dalla parte degli esclusi. È in compagnia di questi figli che l’Italia non vuole riconoscere che Roberto Saviano ha cominciato il tour nelle librerie d’Italia per presentare il suo nuovo libro, Bacio feroce, sequel de La paranza dei bambini.

Torna la banda dei baby boss, quella capitanata da Nicolas Fiorillo, o’ Maraja, dei guaglioni con il mito di Don Vito Corleone e il sogno di soppiantare la vecchia guardia e prendere

Articoli correlati

  • Geoff Mulgan: “Il futuro passa dalla creazione di un’intelligenza collettiva”June 26, 2018 Geoff Mulgan: “Il futuro passa dalla creazione di un’intelligenza collettiva” Geoff Mulgan (foto: Jeremy Sutton-Hibbert/Getty Images)C’è chi immagina un futuro dove uomini e macchine saranno in competizione per la supremazia e chi, come Geoff Mulgan, crede invece che l’unica via sia una sinergia virtuosa, che esalti cervello umano e tecnologia. La connes...
  • The Winds of Winter, cosa sappiamo del prossimo romanzo di George RR MartinSeptember 20, 2018 The Winds of Winter, cosa sappiamo del prossimo romanzo di George RR Martin L’ultima dichiarazione dell’acclamato autore George RR Martin arriva un po’ come una beffa. A margine degli ultimi Emmy Awards, dove Game of Thrones (ovvero la serie Hbo tratta dalla sua saga letteraria delle Cronache del ghiaccio e del fuoco) ha vinto l’ennesimo prem...
  • Helena Janeczek ha vinto il premio Strega 2018July 6, 2018 Helena Janeczek ha vinto il premio Strega 2018 Per una volta tutto è andato secondo i pronostici: ad aggiudicarsi il premio Strega 2018, infatti, è stata la scrittrice Helena Janeczek con il suo romanzo La ragazza con la Leica, pubblicato da Guanda, che ha ottenuto in totale 196 voti. Ha superato così ...
  • Le fan fiction che immaginano l’amore tra Salvini e Di MaioAugust 23, 2018 Le fan fiction che immaginano l’amore tra Salvini e Di Maio Un po’ lo si poteva sospettare. Serviva un’intesa non da poco per superare la crisi istituzionale, la parentesi Cottarelli, il ritorno alla carica di Conte, la redazione del contratto di governo, il garbuglio delle alleanze e poi gestire gli slogan sui social, gli allarmismi su m...
  • Kiss me first, il romanzo sullo scambio di identità in reteJune 25, 2018 Kiss me first, il romanzo sullo scambio di identità in rete Kiss me first di Lottie Moggach e pubblicato da Nord, in Italia, è un romanzo sull’identità: la nostra, che difficilmente accettiamo, e quella di chi vorremmo essere, che naturalmente vestiamo come la vera pelle con cui saremmo dovuti nascere e che madre natura ci ha...
  • La morte si fa social, chi è online lo è per sempre?September 18, 2018 La morte si fa social, chi è online lo è per sempre? Se c’è qualcosa di privato e disconnesso dallo schiamazzo che online ci assorda quotidianamente, è il rito di ritrovarsi attorno a una persona che non c’è è più e condividerne la memoria, magari in silenzio. Eppure internet entra in campo anche qui, ...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *