La Mini verrà prodotta in Cina, si va verso l’accordo con Great Wall

Per la prima volta nella sua storia, la Mini potrebbe essere prodotta fuori dai confini europei. Questo è quanto starebbe pianificando BMW, che – stando alle indiscrezioni- starebbe portando avanti una trattativa con la China Great Wall Motor Co per l’outsourcing della produzione.
Nata negli anni Cinquanta, la Mini si è evoluta nel tempo, ma è sempre rimasta un veicolo prodotto all’interno dei confini continentali. Al momento è prodotta nei Paesi Bassi e nel Regno Unito. Dopo aver rinnovato il brand e aver venduto più di 230mila auto nei primi otto mesi dell’anno, la BMW si prepara a produrre la prima versione elettrica dell’autoveicolo.
Come i propri competitor, BMW dovrà affrontare costi notevoli al fine di aggiornare il proprio comparto tecnologico e produrre un numero crescente di veicoli elettrici, come viene ormai raccomandato da Governi e agenzie intergovernative. Cina compresa. D’altro canto, anche la Great Wall potrebbe trarre diversi vantaggi da quest’accordo: da ieri, giorno in cui sono trapelate le prime indiscrezioni su una possibile joint venture con BMW, il valore delle azioni della società cinese è cresciuto del 14%. Le azioni di BMW, invece, sono scese dello 0,8% da giovedì scorso.
BMW e Great Wall non hanno voluto commentare quanto trapelato, ma le testate internazionali che riportano la notizia sono sempre più numerose.  La Great Wall, del resto, potrebbe essere un partner strategico sul mercato cinese: diventato il principale produttore di Suv del paese, offre ai consumatori modelli spaziosi a costo contenuto.

The post La Mini verrà prodotta in Cina, si va verso l’accordo con Great Wall appeared first on

Articoli correlati

  • Uber vende il proprio leasing automobilistico a Fair.comDecember 27, 2017 Uber vende il proprio leasing automobilistico a Fair.com Da tempo Uber desidera abbandonare la sua attività di leasing automobilistico, con cui aveva cercato di aiutare futuri conducenti privi di auto ad acquistarne una. Ora sembra aver trovato un acquirente. Fonti del Wall Street Journal riportano che la società sta vendendo la sua ...
  • Accordo con Tinaba: in metà dei taxi italiani si potrà pagare la corsa via appDecember 19, 2017 Accordo con Tinaba: in metà dei taxi italiani si potrà pagare la corsa via app Tinaba è un’app che consente di trasferire denaro, pagare e occuparsi delle spese quotidiane. Ci si possono gestire i risparmi e – funzionalità interessante che la differenzia da molte altre – realizzare progetti di crowdfunding in modalità social. Ma a...
  • Black Friday già in crisi? Come cambiano le abitudini dei consumatoriNovember 21, 2017 Black Friday già in crisi? Come cambiano le abitudini dei consumatori Photo by Rob Stothard/Getty ImagesPrima venne il Black Friday poi, nell’era di internet, il Cyber Monday, giorni sacri per il consumatore medio americano – e in anni recenti anche europeo – dedicati alla spesa dei risparmi extra in oggetti scontatissimi più o meno utili. ...
  • Affittare una stanza è più semplice grazie all’intelligenza artificialeNovember 30, 2017 Affittare una stanza è più semplice grazie all’intelligenza artificiale La ricerca del coinquilino ideale non è qualcosa di semplice. Annunci sul giornale e sul web, post sulle bacheche universitarie, ore perse. Solo in Italia ci sono più di 8 milioni e mezzo di case e appartamenti sottoutilizzati che se venissero resi disponibili, anche solo ...
  • Ferrovie dello Stato e Anas: fusione entro fine annoDecember 21, 2017 Ferrovie dello Stato e Anas: fusione entro fine anno Graziano Delrio è ottimista: la fusione tra Anas e Ferrovie dello Stato dovrebbe concretizzarsi entro la fine dell’anno. È quanto ha chiarito ieri il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti a margine di un convegno alla Luiss. Già a inizio dicembre Gianni Vittorio...
  • L’Ue investe un miliardo nei nuovi supercomputerJanuary 12, 2018 L’Ue investe un miliardo nei nuovi supercomputer (Foto: Ansa)“Stiamo arrivando”. Potrebbe essere questo il claim dell’operazione EuroHPC che sta portando avanti la Commissione europea e che riguarda la costruzione di un’infrastruttura europea di supercomputer di livello assoluto. Nella corsa ai supercomputer infatti, l&r...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *