La Mini verrà prodotta in Cina, si va verso l’accordo con Great Wall

Per la prima volta nella sua storia, la Mini potrebbe essere prodotta fuori dai confini europei. Questo è quanto starebbe pianificando BMW, che – stando alle indiscrezioni- starebbe portando avanti una trattativa con la China Great Wall Motor Co per l’outsourcing della produzione.
Nata negli anni Cinquanta, la Mini si è evoluta nel tempo, ma è sempre rimasta un veicolo prodotto all’interno dei confini continentali. Al momento è prodotta nei Paesi Bassi e nel Regno Unito. Dopo aver rinnovato il brand e aver venduto più di 230mila auto nei primi otto mesi dell’anno, la BMW si prepara a produrre la prima versione elettrica dell’autoveicolo.
Come i propri competitor, BMW dovrà affrontare costi notevoli al fine di aggiornare il proprio comparto tecnologico e produrre un numero crescente di veicoli elettrici, come viene ormai raccomandato da Governi e agenzie intergovernative. Cina compresa. D’altro canto, anche la Great Wall potrebbe trarre diversi vantaggi da quest’accordo: da ieri, giorno in cui sono trapelate le prime indiscrezioni su una possibile joint venture con BMW, il valore delle azioni della società cinese è cresciuto del 14%. Le azioni di BMW, invece, sono scese dello 0,8% da giovedì scorso.
BMW e Great Wall non hanno voluto commentare quanto trapelato, ma le testate internazionali che riportano la notizia sono sempre più numerose.  La Great Wall, del resto, potrebbe essere un partner strategico sul mercato cinese: diventato il principale produttore di Suv del paese, offre ai consumatori modelli spaziosi a costo contenuto.

The post La Mini verrà prodotta in Cina, si va verso l’accordo con Great Wall appeared first on

Articoli correlati

  • Fibra ottica, l’Italia risale la china: 7 miliardi investiti in rete fissaJuly 12, 2018 Fibra ottica, l’Italia risale la china: 7 miliardi investiti in rete fissa In Italia crescono il numero degli abbonati e gli investimenti in fibra ottica. Lo dicono i dati dell’Autorità garante delle comunicazioni (Agcom), che evidenziano uno sviluppo importante del mondo delle teleocomunicazioni. Un settore che in Italia vale ora 32 miliardi di euro. ...
  • La Toscana alla svolta dell’industria 4.0August 30, 2018 La Toscana alla svolta dell’industria 4.0 Piazza del Campo, Siena (Pixabay)L’adeguamento dell’imprenditoria italiana alla quarta rivoluzione industriale passa dalla rete infrastrutturale dell’innovazione digitale lanciata per la prima volta dal ministero dello Sviluppo economico nel settembre 2016. Ma cosa succede ...
  • Netflix, primo contraccolpo: gli iscritti crescono, ma non abbastanzaJuly 17, 2018 Netflix, primo contraccolpo: gli iscritti crescono, ma non abbastanza Primavera amara per Netflix. Il numero di abbonati non decolla nel secondo trimestre dell’anno. Da aprile a giugno 2018 sono 5,2 milioni i nuovi iscritti alla piattaforma di streaming video. Molti, ma non abbastanza, almeno secondo quanto previsto nei mesi scorsi dall’azienda e dagli ...
  • Ecobonus, gli italiani hanno speso 3,7 miliardi per risparmiare in bollettaJune 19, 2018 Ecobonus, gli italiani hanno speso 3,7 miliardi per risparmiare in bolletta Grazie all’ecobonus, lo sconto dal 50% all’85% per gli interventi di efficientamento energetico degli edifici, le famiglie italiane hanno investito nel 2017 oltre 3,7 miliardi di euro per mettere in sicurezza e rendere più sostenibili le proprie abitazioni. Soldi spesi in circa...
  • Conviene rubare una collana di diamanti come in Ocean’s 8 per rivenderla?July 25, 2018 Conviene rubare una collana di diamanti come in Ocean’s 8 per rivenderla? Arriva nelle sale cinematografiche italiane Ocean’s Eight, l’attesa commedia statunitense scritta da Gary Ross e Olivia Milch che vede nel cast, tra le altre, Sandra Bullock, Cate Blanchett e Anne Hathaway. Perfettamente in linea con il copione tradizionale della s...
  • Ordini online, ritiri 24 ore su 24: arrivano a Milano gli armadietti IkeaJuly 26, 2018 Ordini online, ritiri 24 ore su 24: arrivano a Milano gli armadietti Ikea Lo marzo scorso Ikea aveva presentato un progetto per realizzare armadietti che consentano il ritiro degli acquisti fatti online 24 ore su 24. E ora è pronto al debutto. Locker, questo il nome della nuova iniziativa, è operativo. All’esterno dei tre negozi dell’area...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *