(foto: Ian Glover/Flickr)Sono i National Institute of Health a darne la notizia: l’atlante delle differenze nel genoma umano che influenzano l’espressione dei geni è stato completato. Tradotto per i non addetti ai lavori, vuol dire che gli scienziati ora hanno uno strumento in più per studiare le diversità biologiche tra gli individui a livello genetico, per esempio da cosa dipende il diverso colore dei capelli o la predisposizione a sviluppare certe patologie.
La mappa è il risultato finale del progetto Genotype-Tissue Expression (GTEx), nato proprio per indagare come le differenze in specifiche regioni nel nostro dna influenzino l’accensione e lo spegnimento dei geni. Il materiale genetico di ciascun individuo, infatti, presenta delle differenze non solo nei geni (le sequenze che codificano per le proteine), ma anche in quei tratti che controllano quando e quanto un determinato gene viene acceso, o espresso. Questo processo è chiamato appunto espressione genica e regola la produzione delle proteine, che, alla fine,sono le responsabili della manifestazione dei caratteri osservabili come il colore degli occhi.
I ricercatori che hanno preso parte a GTEx, finanziati appunto dall’Nih, hanno svolto un lavoro estremamente prezioso, secondo Simona Volpi, direttore del programma presso il National Human Genome Research Institute (Nhgri), perché hanno analizzato come le variazioni nel genoma umano influenzano l’espressione genica a livello inter-individuale (tra individui diversi), intra-individuale (nello stesso individuo) e persino a livello dei singoli tessuti.
L’atlante sta già dando i suoi frutti: è recentissima, infatti, la pubblicazione sulla prestigiosa rivista Nature di un articolo che partendo dai dati GTEx mappa gli Expression Quantitative Trait

Articoli correlati

  • Il Dna sintetizzato in remotoSeptember 23, 2017 Il Dna sintetizzato in remoto Si avvicina a grandi passi l’era del “teletrasporto biologico”, cioè la possibilità di trasmettere letteralmente forme di vita (prima semplici, poi forse sempre più complesse) via internet. Ossia di digitalizzare virus e cellule – o meglio il loro Dna ...
  • Hiv, un nuovo anticorpo attacca il 99% dei ceppi del virusSeptember 22, 2017 Hiv, un nuovo anticorpo attacca il 99% dei ceppi del virus (Foto: David Silverman/Getty Images)Le speranze per combattere il virus dell’hiv con lo sviluppo di un vaccino efficace continuano ad aumentare. È stato, infatti, appena creato un nuovo anticorpo che si è dimostrato capace di attaccare ben il 99% dei ceppi del virus. A svilupp...
  • Ophelia diventa uragano e punta dritta sull’EuropaOctober 12, 2017 Ophelia diventa uragano e punta dritta sull’Europa (Foto: wikipedia.org)Da tempesta tropicale a uragano di categoria 1 (su 5 possibili), questo l’allarme che il centro di monitoraggio americano National Hurricane Center ha lanciato, avvertendo Portogallo e Spagna del possibile arrivo di Ophelia. La perturbazione si trova ora sulle Azzorre, ...
  • Scoperti milioni di nuovi geni nei batteri che vivono dentro di noiSeptember 21, 2017 Scoperti milioni di nuovi geni nei batteri che vivono dentro di noi (Foto: HZI)/Getty Images)Milioni di batteri vivono ogni giorno dentro di noi e trascorrono la loro intera esistenza nel nostro organismo. Si tratta dell’ormai famoso microbioma, una popolazione di batteri che sappiamo ormai essere fondamentale per la nostra salute. E ora, grazie a uno studi...
  • Il fondo Principia Health investe nella ricerca clinica dello spin off del GemelliAugust 21, 2017 Il fondo Principia Health investe nella ricerca clinica dello spin off del Gemelli Principia sgr, tramite il fondo Principia III – Health, ha acquisito il 35% del capitale di Clinical Trial Center spa, spin off della Fondazione Policlinico Universitario Agostino Gemelli di Roma (scarica qui il comunicato stampa).  Nell’operazione Watson Farley & Williams ha...
  • Privacy e dna, si può ricostruire come è fatto un viso a partire dalle sole informazioni geneticheSeptember 7, 2017 Privacy e dna, si può ricostruire come è fatto un viso a partire dalle sole informazioni genetiche (Immagine: Venter et al.,2017)Nel mondo sono ormai migliaia le persone che hanno fornito spontaneamente il proprio dna ad agenzie come 23andMe e Ancestry per ricevere una mappa delle proprie predisposizioni per questa o quell’altra malattia o per ricostruire il proprio albero genealogico. C...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *