Se esiste un ambito del diritto che – più degli altri – si affanna a essere al passo con quello che accade nella società, è il diritto dei media. I tempi del legislatore faticano a inseguire la velocità che, grazie alla tecnologia, sta caratterizzando le trasformazioni del mondo dell’informazione; la giurisprudenza e gli studiosi tentano di trovare soluzioni ai problemi nuovi con le norme vecchie. Da questo intreccio nasce un dialogo difficile tra un legislatore assente, giudici alla ricerca della soluzione nel caso concreto e commentatori a volte trasportati dalla fantasia, altre volte ancorati ai principi costituzionali.
Per dare conto e fare sì che questo dialogo sia ordinato, puntuale e si mantenga su una solida base scientifica nasce oggi «Medialaws – Rivista di diritto dei media», un legal journal «geneticamente interdisciplinare, aperto ai diversi campi del sapere giuridico ma anche ai rapporti tra diritto ed altre scienze», come spiegano nell’editoriale del primo numero – disponibile da questa settimana online – Oreste Pollicino (professore dell’Università Bocconi) e Giulio Enea Vigevani (professore dell’Università Bicocca) che, insieme a Carlo Melzi d’Eril (avvocato), dirigono il periodico.

La rivista – la cui redazione è coordinata da Marco Bassini (assegnista di ricerca all’Università Bocconi) -, avrà una cadenza quadrimestrale e nasce dal blog medialaws.eu, aperto nel 2010 con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento per chiunque fosse interessato alle trasformazioni del diritto all’informazione alla prova del nuovo contesto tecnologico. «Nel tempo – si spiega sempre nell’editoriale -, la piattaforma ha attratto contenuti di spessore giuridico sempre

Articoli correlati

  • L’internet delle stradeFebruary 4, 2018 L’internet delle strade L’auto intelligente ha bisogno di strade intelligenti. Entrambe hanno bisogno di un’infrastruttura capace di raccogliere ed elaborare i “big data” della mobilità, per poi scaricarli sull’asfalto traducendoli in più sicurezza per automobilisti e migliore...
  • Convegno nazionale di AIEC: l’equity crowdfunding potrà essere il primo passo per la quotazione delle PMI all’AIMNovember 30, 2017 Convegno nazionale di AIEC: l’equity crowdfunding potrà essere il primo passo per la quotazione delle PMI all’AIM Al 1° convegno nazionale dell’Associazione Italiana Equity Crowdfunding è emerso come il successo del 2017 sia il primo passo verso nuove opportunità per le PMI Ieri a Milano si è svolto, con grande partecipazione di pubblico, il primo convegno nazionale di AIEC, ...
  • «Startup del Fintech? Serve più la finanza  della tecnologia»November 24, 2017 «Startup del Fintech? Serve più la finanza della tecnologia» Con la sua startup, Soldo, è riuscito, lo scorso giugno, a segnare un record: è stato il primo italiano a ricevere un finanziamento – di ben 11 milioni – da uno dei più importanti venture capital mondiali, il fondo Accel. Un risultato che ha premiato la capacit&a...
  • Quanto giorni servono per avviare una impresa? L’Italia sotto la mediaDecember 16, 2017 Quanto giorni servono per avviare una impresa? L’Italia sotto la media La Banca Mondiale ha pubblicato la quindicesima edizione del rapporto annuale Doing Business, che presenta la classifica dei Paesi in base alla «facilità di fare impresa». L’analisi è condotta su 190 Paesi. Negli ultimi 15 anni, il progetto Doing Business ha regist...
  • Quanto giorni servono per avviare una impresa? L’Italia sotto la media europeaDecember 11, 2017 Quanto giorni servono per avviare una impresa? L’Italia sotto la media europea La Banca Mondiale ha pubblicato la quindicesima edizione del rapporto annuale Doing Business, che presenta la classifica dei Paesi in base alla «facilità di fare impresa». L’analisi è condotta su 190 Paesi. Negli ultimi 15 anni, il progetto Doing Business ha regist...
  • I migliori giochi da tavolo da regalare a NataleDecember 15, 2017 I migliori giochi da tavolo da regalare a Natale Manca poco all’apertura dei regali, ma soprattutto ai giorni in cui avremo tanto tempo per giocare ai giochi da tavolo. A prescindere da alberi, presepi, cerimonie religiose e panettoni, per i gamer il Natale ha solo un significato: poter stare ore al tavolo senza sensi di colpa. Fuori dopo...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *