Se esiste un ambito del diritto che – più degli altri – si affanna a essere al passo con quello che accade nella società, è il diritto dei media. I tempi del legislatore faticano a inseguire la velocità che, grazie alla tecnologia, sta caratterizzando le trasformazioni del mondo dell’informazione; la giurisprudenza e gli studiosi tentano di trovare soluzioni ai problemi nuovi con le norme vecchie. Da questo intreccio nasce un dialogo difficile tra un legislatore assente, giudici alla ricerca della soluzione nel caso concreto e commentatori a volte trasportati dalla fantasia, altre volte ancorati ai principi costituzionali.
Per dare conto e fare sì che questo dialogo sia ordinato, puntuale e si mantenga su una solida base scientifica nasce oggi «Medialaws – Rivista di diritto dei media», un legal journal «geneticamente interdisciplinare, aperto ai diversi campi del sapere giuridico ma anche ai rapporti tra diritto ed altre scienze», come spiegano nell’editoriale del primo numero – disponibile da questa settimana online – Oreste Pollicino (professore dell’Università Bocconi) e Giulio Enea Vigevani (professore dell’Università Bicocca) che, insieme a Carlo Melzi d’Eril (avvocato), dirigono il periodico.

La rivista – la cui redazione è coordinata da Marco Bassini (assegnista di ricerca all’Università Bocconi) -, avrà una cadenza quadrimestrale e nasce dal blog medialaws.eu, aperto nel 2010 con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento per chiunque fosse interessato alle trasformazioni del diritto all’informazione alla prova del nuovo contesto tecnologico. «Nel tempo – si spiega sempre nell’editoriale -, la piattaforma ha attratto contenuti di spessore giuridico sempre

Articoli correlati

  • Le architetture di fantasia più famose di cinema e tvAugust 28, 2018 Le architetture di fantasia più famose di cinema e tv Se fossero reali, probabilmente porterebbero la firma di una qualche archistar, sarebbero comprese nei più disparati tour turistici e comparirebbero su Instagram ancora e ancora, fotografate ogni giorno per mille volte dalla stessa identica angolazione e pubblicate al grido di #archiwow e...
  • Non c’è legame tra vaccini e autismo: la Cassazione nega l’indennizzo a una famigliaJuly 26, 2018 Non c’è legame tra vaccini e autismo: la Cassazione nega l’indennizzo a una famiglia La Corte suprema di Cassazione ha negato un indennizzo richiesto da un padre, convinto che il figlio fosse diventato autistico dopo la somministrazione del vaccino Cinquerix (contro difterite, haemophilus influenzae b, pertosse, poliomielite e tetano) e del vaccino Engerix B (contro l’epati...
  • La font ispirata alle epiche cadute di Neymar ai MondialiJuly 13, 2018 La font ispirata alle epiche cadute di Neymar ai Mondiali Una font da cartellino rosso. O da simulazione bella e buona, potrebbe controbattere qualcuno. Fatto sta che i ruzzoloni sul campo di Neymar che hanno tenuto banco sulle bacheche social nelle scorse settimane, scatenando l’ilarità collettiva per la loro vena teatrale, hanno stuzzicat...
  • Come viene retribuito il congedo maternità? Stati Uniti inclassificabiliJuly 31, 2018 Come viene retribuito il congedo maternità? Stati Uniti inclassificabili Gli Stati Uniti d’America sono da sempre uno dei punti di riferimento per quanto riguarda i paragoni tra le nazioni del Mondo, specialmente sul fronte della sfera economico-lavorativa. Nonostante questa nomea però, c’è un aspetto di questo ambito che li vede in netta con...
  • Volano gli investimenti nelle startup nel primo semestre. Ma il VC italiano rimane indietroJune 27, 2018 Volano gli investimenti nelle startup nel primo semestre. Ma il VC italiano rimane indietro Oltre 200 milioni di euro dall’inizio dell’anno: a tanto ammonta la raccolta di finanziamenti delle startup tecnologiche italiane in questi primi sei mesi del 2018. Il dato, elaborato dalla piattaforma-evento ScaleIT, fa dunque ben sperare per le sorti di un ecosistema più vol...
  • I pilot bellissimi da recuperare che non sono diventati serieAugust 29, 2018 I pilot bellissimi da recuperare che non sono diventati serie Chiunque abbia seguito una serie tv conosce gioie e dolori provocati da – a volte – controverse cancellazioni. Un po’ meno esasperante (ma comunque frustrante) di assistere all’eliminazione di uno show che si trovava coinvolgente – quando, magari, l’ennesimo pr...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *