Se esiste un ambito del diritto che – più degli altri – si affanna a essere al passo con quello che accade nella società, è il diritto dei media. I tempi del legislatore faticano a inseguire la velocità che, grazie alla tecnologia, sta caratterizzando le trasformazioni del mondo dell’informazione; la giurisprudenza e gli studiosi tentano di trovare soluzioni ai problemi nuovi con le norme vecchie. Da questo intreccio nasce un dialogo difficile tra un legislatore assente, giudici alla ricerca della soluzione nel caso concreto e commentatori a volte trasportati dalla fantasia, altre volte ancorati ai principi costituzionali.
Per dare conto e fare sì che questo dialogo sia ordinato, puntuale e si mantenga su una solida base scientifica nasce oggi «Medialaws – Rivista di diritto dei media», un legal journal «geneticamente interdisciplinare, aperto ai diversi campi del sapere giuridico ma anche ai rapporti tra diritto ed altre scienze», come spiegano nell’editoriale del primo numero – disponibile da questa settimana online – Oreste Pollicino (professore dell’Università Bocconi) e Giulio Enea Vigevani (professore dell’Università Bicocca) che, insieme a Carlo Melzi d’Eril (avvocato), dirigono il periodico.

La rivista – la cui redazione è coordinata da Marco Bassini (assegnista di ricerca all’Università Bocconi) -, avrà una cadenza quadrimestrale e nasce dal blog medialaws.eu, aperto nel 2010 con l’obiettivo di diventare il punto di riferimento per chiunque fosse interessato alle trasformazioni del diritto all’informazione alla prova del nuovo contesto tecnologico. «Nel tempo – si spiega sempre nell’editoriale -, la piattaforma ha attratto contenuti di spessore giuridico sempre

Articoli correlati

  • L’Italia ha approvato la prima terapia contro l’atrofia muscolare spinaleOctober 16, 2017 L’Italia ha approvato la prima terapia contro l’atrofia muscolare spinale (Foto:Pixabay)“È l’inizio di una nuova era per tutte le famiglie che lottano contro la Sma”. Così Daniela Lauro, presidente dell’associazione Famiglie Sma, definisce l’approvazione italiana di nusinersen, il primo farmaco che si è dimostrato effi...
  • Il terremoto in Messico potrebbe essere stato innescato da quello dell’8 settembreSeptember 21, 2017 Il terremoto in Messico potrebbe essere stato innescato da quello dell’8 settembre (Foto:LaPresse/Xinhua)Il terremoto di magnitudo 7,1 che il 19 settembre ha devastato la zona centrale del Messico è stato in realtà 30 volte meno violento di quello dello scorso 8 settembre, la cui magnitudo era stata stimata a 8,1. Lo dicono gli esperti del nostro Istituto nazional...
  • 10 film che in realtà sono una metafora per tutt’altroSeptember 29, 2017 10 film che in realtà sono una metafora per tutt’altro Alle volte è tutto un grande metaforone. Ci sono film che lo esplicitano in maniera dichiarata (In Al di là dei sogni il mondo pittorico in cui si muove Robin Williams è il regno dei morti ed è chiaro da subito), e altri che lo nascondono per dare più forza al ...
  • Twitter al collasso: utenti a crescita zero, meno introiti e crollo in borsaJuly 28, 2017 Twitter al collasso: utenti a crescita zero, meno introiti e crollo in borsa Credit: Roy Scott/Getty ImagesIl riassunto in numeri della trimestrale presentata da Twitter non mostra neppure un segno “più”. Vendite -4,7%, introiti pubblicitari -8%, base utenti ± 0%. In dollari americani queste percentuali si traducono in una perdita di 116,5 milion...
  • Arriva Sovrin Network, gestione delle identità basata su blockchainSeptember 22, 2017 Arriva Sovrin Network, gestione delle identità basata su blockchain Potrebbe essere una soluzione non alternativa ma complementare a Spid, il sistema pubblico di identità digitale ti permette di accedere ai servizi online della Pa con un’unica password. InfoCert, Certification Authority, parte del Gruppo Tecnoinvestimenti, ha annunciato la sua parte...
  • Gli incroci pericolosi vigilati dalla Bce. Chi controlla chi nell’Eurozona?August 7, 2017 Gli incroci pericolosi vigilati dalla Bce. Chi controlla chi nell’Eurozona? Chi detiene che cosa nell’Eurozona? Oppure, chi controlla chi? Da ieri lo si può capire in modo pressoché immediato grazie ai nuovi grafici interattivi pubblicati sul sito della Bce, nei quali si intrecciano le dinamiche di investimento e finanziamento fra i vari attori finanz...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *