Secondo i dati del rapporto annuale dell’Easo, l’Agenzia Ue per l’asilo, nel 2016 in Italia sono stati registrati quasi 123mila richiedenti asilo. Il progetto «The Stories Behind a Line» racconta il tragitto di sei di loro, attraverso una narrazione visiva dei dati e dei numeri che hanno caratterizzato il loro viaggio verso l’Italia.
Il progetto è nato nel 2016, quando ho iniziato a raccogliere le storie di sei richiedenti asilo ospiti del Centro di Accoglienza Straordinaria Migrantes di Vercelli. Durante gli incontri, i ragazzi hanno raccontato il loro viaggio dalla città di origine all’Italia e – con l’aiuto di una mappa – hanno ricostruito il loro percorso punto per punto. Per ogni tappa del tragitto ho chiesto loro quanto fosse durato il viaggio per arrivarvi, i mezzi di trasporto utilizzati e quanti giorni vi fossero rimasti. Insieme a queste informazioni, sono stati poi raccolti i commenti e i racconti che i sei ragazzi intervistati hanno scelto di aggiungere e condividere.

stories
«The Stories Behind a Line» è un progetto di Federica Fragapane Information e Visual Designer freelance, in collaborazione con Alex Piacentini UX/UI e Information Designer.
L’intento è stato quello di costruire una narrazione asciutta ma estremamente personale sulla base dei loro ricordi, per contribuire alla diffusione di questo tipo di testimonianze e fornire nuovi punti di vista da cui analizzare un fenomeno così attuale e complesso.
È stato così che A.L. – un ragazzo di diciassette anni originario dalla Guinea – ha raccontato di aver percorso parte del deserto del Sahara a piedi, perdendo

Articoli correlati

  • Sei richiedenti asilo, sei rotte, sei storie di migrantiOctober 14, 2017 Sei richiedenti asilo, sei rotte, sei storie di migranti Secondo i dati del rapporto annuale dell’Easo, l’Agenzia Ue per l’asilo, nel 2016 in Italia sono stati registrati quasi 123mila richiedenti asilo. Il progetto «The Stories Behind a Line» racconta il tragitto di sei di loro, attraverso una narrazione visiva dei dati e...
  • Nella Torino capitale dell’auto ad assumere sono i cinesi di ChanganOctober 31, 2017 Nella Torino capitale dell’auto ad assumere sono i cinesi di Changan Il centro di Changan a TorinoLa casa automobilistica cinese Changan investe su Torino e assume designer, sviluppatori 3D e ingegneri. Il gruppo di Chongqing conta di aumentare del 20% il personale del centro di ricerca di Rivoli, in Piemonte. Tra la fine di quest’anno e il prossimo Changan ...
  • Purrli, il generatore di fusa dei gattiOctober 27, 2017 Purrli, il generatore di fusa dei gatti (foto: Nur Photo/Getty Images)“Generatore di fusa”. Questo si è inventato il belga Stéphane Pigeon. Purrli è una vera è propria consolle online per suoni di fusa di gatti personalizzabili. Sei tipi diverse di barre su cui muovere il cursore per tr...
  • A lezione di infografica e design al Wired Next FestOctober 1, 2017 A lezione di infografica e design al Wired Next Fest Per concludere i panel in Sala d’Arme del Wired Next Fest fiorentino non poteva mancare un approfondimento su due temi cari a Wired: infografica e design. Se ne parla con Marco Bernardi, deputy design director di Accurat dal 2013. Il suo lavoro è quello di realizzare modelli visuali ...
  • Vacanze per appassionati di innovazione: 10 meteSeptember 4, 2017 Vacanze per appassionati di innovazione: 10 mete Vacanze per appassionati di innovazione e tecnologia: settembre è ancora un mese dal sapore estivo e diverse sono le mete da mettere in lista se si vuole dare un tocco originale alla propria vacanza. Non solo mare e montagna dunque, ma anche laboratori, luoghi ispirazionali, destinazioni d...
  • 110 anni dalla nascita di Bruno Munari, 10 opere per ricordarloOctober 25, 2017 110 anni dalla nascita di Bruno Munari, 10 opere per ricordarlo Ben centodieci anni sono trascorsi dalla nascita di Bruno Munari, l’artista italiano che espresse il suo genio in molteplici ambiti, dalla pittura alla scultura e al design, e che rientra tra i fondatori del Movimento Arte Concreta (Mac). Era nato infatti il 24 ottobre 1907 e avev...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *