A voler essere cattivi si può dire che Apple ha rivisto e corretto gli ultimi 10 anni di Microsoft. Durante la presentazione di ieri a San Francisco sono stati svelati in ordine di apparizione: nuovi Apple Watch con nuove app e nuovo sistema operativo, un iPad più grande (display da 12,9 pollici) con vocazione business e stilo, una nuova Apple tv con telecomando nuovo e Siri integrato e due nuovi iPhone (iPhone 6S e iPhone 6S Plus). Per una approfondimento sui prodotti leggete Luca Salvioli su Nova24tech.
Sui social network dove la conferenza di Apple è sempre seguitissima qualcuno ha ricordato che la stilo capacitiva è una invenzione del 2010 (è comparsa con l’Htc e poi adottata da Samsung nella serie Note), che le app nel televisore sono un fenomeno introdotto dalle smart tv (televisori collegati a internet e dotati di sistema operativo) e che più in generale l’idea di mettere sotto (o sopra) la tv di casa una scatolotto con dentro musica, giochi e film appartiene a Bill Gates quando nel 2005 parlò di media center. Può anche essere vero che il nuovo iPad assomiglia nella funzione al Surface di Microsoft, un tablet per professionisti non bello ma potente che è piaciuto molto agli ingegneri. Che l’uso della voce per comandare il televisore, i film e sfogliare il catalogo dei programmi appartiene ai più avanzati televisori e alle console di videogiochi (Xbox di Microsoft con Kinect in primis). Qualcuno ha anche ricordato che nel 2007 Steve Jobs si era chiesto

Articoli correlati

  • Da Bixby 2.0 a Linux on Galaxy: Samsung aggiorna il cuore degli smart deviceOctober 19, 2017 Da Bixby 2.0 a Linux on Galaxy: Samsung aggiorna il cuore degli smart device L’aggiornamento dell’assistente virtuale alla versione 2.0, con l’intento di estenderne le capacità anche a Tv e ad altri oggetti connessi della casa, e un app per portare l’esperienza del sistema operativo open source da pc a mobile (e viceversa) attraverso la doc...
  • Apple e GE insieme  per portare le app industriali su iPhone e iPadOctober 19, 2017 Apple e GE insieme per portare le app industriali su iPhone e iPad Nuova partnership nel mondo business per Apple, che ha annunciato un progetto con GE che mira alla creazione di app per l’industria pensate per portare su iPhone e iPad i dati predittivi e gli strumenti analitici di Predix, la piattaforma industriale IoT di GE. Negli ultimi anni l’az...
  • Samsung trolla Apple nel suo ultimo spotNovember 7, 2017 Samsung trolla Apple nel suo ultimo spot Quando si tratta di prendere in giro Apple e i suoi prodotti ci sono soggetti che non si tirano mai indietro, non solo nel polarizzato mondo degli appassionati di tecnologia, ma anche tra le grandi aziende. Al primo posto c’è sicuramente Samsung, che più di una volta nel...
  • Perché Apple ha comprato Shazam? Alcune ipotesiDecember 12, 2017 Perché Apple ha comprato Shazam? Alcune ipotesi E così alla fine arrivò la conferma ufficiale: Apple compra Shazam, la popolare app che permette di riconoscere titolo e autore di una canzone attraverso l’ascolto.  Il prezzo pagato da Cupertino non è stato dichiarato – TechCrunch dice che sono 400 milioni d...
  • Auto connesse, guida autonoma, chip e display: ecco come cambia  SamsungOctober 31, 2017 Auto connesse, guida autonoma, chip e display: ecco come cambia Samsung Samsung sta cambiando pelle. Il chaebol dell’elettronica, come dimostrano anche gli ultimi risultati finanziari, è sempre più “sbilanciata” verso semiconduttori e componenti. In pratica sta diventando una sorta di nuova Intel. Con una differenza: mentre il colosso...
  • Apple ammette le falle sui chip: colpiti tutti i dispositivi Mac e iOsJanuary 5, 2018 Apple ammette le falle sui chip: colpiti tutti i dispositivi Mac e iOs Non accenna a placarsi la tempesta abbattutasi sui chip nelle ultime ore. Anzi, nuove conferme rendono il quadro ancora più preoccupante. La più importante arriva direttamente da Apple, che nella notte ha diramato una nota nella quale ammette l’esistenza del problema. Una nov...

Continua a leggere

Add Comment

Your email address will not be published. Required fields are marked *